Lo studente morto in 24 ore:
«Non c’è rischio di contagio»

I batteri responsabili della meningite visti al microscopio elettronico
I batteri responsabili della meningite visti al microscopio elettronico
10.11.2017

L’improvvisa morte a Brescia di uno studente universitario di 22 anni è avvolta dal mistero. L’allarme che si era diffuso mercoledì sul possibile rischio di contagio da meningite è stato scongiurato, ma resta la tragedia della malattia fulminante e del tutto imprevedibile che in meno di ventiquattro ore ha portato alla morte il giovane Gianluca Testaverde. I primi riscontri che arrivano dal Civile hanno escluso l’ipotesi di meningite contagiosa. Solo l’esame del «liquor», atteso per oggi, potrà dare certezze sulla causa del decesso.CHIARINI9

Condividi la notizia