Città La chiesa con le porte aperte nel cuore della «movida»Città | Città

La chiesa con le porte aperte nel cuore della «movida»

La parrocchia torinese aperta nel cuore del divertimento notturno
La parrocchia torinese aperta nel cuore del divertimento notturno
E.B. 08.11.2018

Una chiesa illuminata e aperta in piena «movida» torinese. Un calciobalilla sistemato davanti al portale, a disposizione dei giovani che appoggiano il bicchiere di spritz e si mettono a giocare. «Di chi è questo calciobalilla?» domandano. Della parrocchia. La piazza è percorsa dal soffio dell’incenso che proviene da dentro il tempio, la chiesa dei santi Paolo e Pietro di largo Saluzzo nel quartiere di San Silvario a Torino. Tutto attorno ci sono bar e locali di ogni tipo, il largo è pieno di ragazzi e ragazze di ogni età. La chiesa aperta invita al rispetto, alla misura dei comportamenti. POSSIAMO immaginare una cosa del genere anche a Brescia? Sant’Afra a battenti spalancati nel piazzale Arnaldo gremitissimo del venerdì e del sabato notte. E così anche Santa Maria o San Faustino e Giovita o San Giovanni al Carmine. Così tra una “santella“ e l’altra ci potrebbe stare anche qualcosa che ha a che fare con la santità vera, come una puntata in una di queste chiese sulla via della “movida“. Un semplice sguardo verso l’altare, se non addirittura la sosta per una preghiera o per accendere una candela votiva. DEL RESTO, il Santo padre non sarebbe di certo contrario. E’ stato papa Francesco a prendersela con gli orari, nel corso dell’omelia della messa del Giubileo di due anni fa. In quell’occasione invitò ad «andare oltre gli orari, ad avere questo coraggio, di trascurare gli orari». Il pontefice aggiunse: «Mi fa male il cuore quando in una parrocchia vedo l’orario: “dalla tal ora alla tal ora”». Ed esortò le parrocchie «a essere il più possibile aperte e disponibili verso la gente». Oltre al caso di Torino, altre città hanno ascoltato il Pontefice, ci sono chiese aperte h24 a Genova, a Palermo, a Rimini: lì sacerdoti e laici si danno il cambio per essere disponibili, perfino per una confessione, a qualsiasi ora del giorno e della notte. • © RIPRODUZIONE RISERVATA