Il Bike Festival
insegue il record
dei 5 mila

Giorgio Gallarotti (Fiab), l’assessore Federico Manzoni e il direttore generale di Brescia Mobilità Marco Medeghini
Giorgio Gallarotti (Fiab), l’assessore Federico Manzoni e il direttore generale di Brescia Mobilità Marco Medeghini
Mimmo Varone 11.09.2018

Torna il Brescia bike festival con tre giorni e 17 eventi tutti gratuiti per grandi e piccoli, uomini e donne del popolo della bici. La seconda edizione occuperà quattro luoghi della città da largo Formentone a piazzale Arnaldo, da piazza Rovetta a Sanpolino, e punta quantomeno a bissare i cinquemila partecipanti ai 12 appuntamenti della prima edizione dell’anno scorso. Pedalare migliora la qualità della vita e pure della città, che diventa più sostenibile, pulita e accogliente. Perciò il leitmotiv dei tre giorni stavolta sarà cambiare il punto di vista sulla città e mettere in circolo il buonumore. Ce ne sarà per tutti, anche per gli sprinter, che potranno cimentarsi con il grande Alessandro Pennacchi, il velocista che ha nel suo albo d’oro 22 tappe vittoriose al Giro, 6 al Tour e 20 alla Vuelta. L’edizione 2018 dà appuntamento da venerdì 21 a domenica 23 settembre, ultimi tre giorni della Settimana europea della mobilità sostenibile. E come di consueto la giornata clou di domenica sarà «ecologica», con centro storico chiuso al traffico dalle 9 alle 18 e biglietto unico su bus e metro. Per tutto quel fine settimana i pedali saranno protagonisti e sveleranno il vasto e composito mondo che riescono ad aggregare. Oltre a Loggia e Brescia Mobilità che «firmano» il Festival, come sempre scendono in campo gli «Amici della bici» della sezione bresciana Fiab con «Bici con gusto», il tour enogastronomico dalle 20 di venerdì in 5 tappe per 11 chilometri, una passeggiata al Parco delle cave alle 9.30 di domenica, la rilevazione dei passaggi su sei strade cittadine dalle 7 alle 9 dei tre giorni, un gazebo in largo Formentone. Tra gli altri eventi in calendario, sabato alle 10 «Alla scoperta dei dintorni di Brescia, sulla ciclabile del Mella», passeggiata in bici tra i tesori del centro storico e le bellezze del paesaggio cittadino. E domenica alle 17.30 l’attesissima «Sfida al campione», corsa goliardica e non competitiva insieme a Petacchi, come l’anno scorso era stato con l’ex campione del mondo Alessandro Ballan. Per partecipare alla «Sfida» è necessario scrivere a comunicazione@bresciamobilita.it.

ALTRI EVENTI saranno promossi da Ambiente Parco, Associazione True Quality, Centro sportivo Millenium, Decathlon, Ciclofficina Brecycling il Calabrone, la Fondazione Pinac di Rezzato con i disegni dei bambini, Bamboo bicycle club che insegna a costruire bici con il bambù. E novità, entra nella partita pure il Consorzio Brescia centro, che allestirà le vetrine con un bike kit e distribuirà gadget ai clienti riconoscibili da uno sticker fornito durante gli eventi del Festival. La seconda edizione di Brescia Bike Festival è stata presentata ieri dall’assessore alla Mobilità Federico Manzoni e dal direttore generale di Brescia Mobilità Marco Medeghini, con Giorgio Gallarotti di Fiab. «Costituirà un momento di richiamo in città – dice Manzoni – e un’occasione per promuovere la cultura della mobilità». E per Medeghini è un evento «importante», che svela la rete creata fra tante realtà che girano intorno alle due ruote, in una città che vanta un servizio Bicimia tra i più capillari e una sezione Fiab terza in Italia dopo Milano e Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA