Giovane nei guai:
aveva le mani
nelle brioches

Brioches
Brioches
Alessandro Gatta19.03.2018

Beccato con le mani nel sacco, anzi: con le mani nel sacchetto delle brioches. Era arrivato a rubarne più di 100 al giorno, e per tre giorni solo nell’ultima settimana: la Polizia Locale della Valtenesi lo ha individuato e denunciato grazie alle foto-trappole appositamente posizionate al bar Milk&Coffee del Crociale di Manerba, il locale dove il giovane malvivente ha colpito appunto per tre volte. Ragazzo bresciano, ha 25 anni e al momento abita alla Pieve (ma non è originario di Manerba): non è dato sapere se quelle brioches le abbia poi rivendute, o se le sia mangiate tutte rischiando non poco un’impennata del suo picco glicemico. Ma sta di fatto che per tre giorni, quando il sole stava ancora per sorgere, ha atteso la consegna mattutina da parte del fornaio, portandosi via puntualmente il prezioso pacchetto (in ogni caso, un «colpo» da più di 100 cornetti alla volta, per un valore di 60 o 70 euro). A seguito della denuncia del titolare del Milk&Coffee, gli agenti coordinati dal comandante Massimo Landi hanno provato a cogliere il ladruncolo in flagranza di reato, con un appostamento che però non ha dato i suoi frutti (il giovane potrebbe essersene accorto, chissà).

SI È DECISO ALLORA di installare le foto-trappole, che lo hanno ben inquadrato il giorno successivo: grazie alle telecamere di videosorveglianza installate in paese gli agenti hanno poi seguito i suoi spostamenti, e sono riusciti a risalire al suo domicilio. Non solo brioches: in casa nascondeva un po’ di tutto, merce rubata come biciclette e mobili, oltre a vari arnesi e attrezzi da scasso. Di fronte all’evidenza, non ha potuto negare e ha confessato le sue colpe, di sua spontanea volontà. Ha poi ammesso di aver rubato le biciclette nella zona di Gavardo, dove tra l’altro solo poche settimane fa erano stati registrati vari furti, soprattutto all’oratorio. L’invito del comandante Landi è rivolto a chiunque sia stato derubato, a presentarsi al comando di via Valtenesi per riconoscere la merce. Il 25enne è stato denunciato per furto, ma non per ricettazione: brioches a parte, tutto quello che aveva indebitamente sottratto era ancora in casa. Un particolare che è stato annotato dagli inquirenti brecsiani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA