E a Montichiari scompare una 72enne

Per le ricerche mobilitati vigili del fuoco e protezione civile La scomparsa Janos Gurbo
Per le ricerche mobilitati vigili del fuoco e protezione civile La scomparsa Janos Gurbo
Valerio Morabito 15.08.2018

È una scomparsa con diversi punti interrogativi quella avvenuta a Montichiari. Intorno alle 13 di lunedì, in uno spiazzo di via Mantova, ha fatto perdere le proprie tracce Janos Gurbo, turista ungherese di 72 anni che stava sostando su una piccola roulotte insieme al figlio e alla compagna di quest’ultimo. I tre, tutti sordomuti, avevano deciso di fare tappa a Montichiari prima di ripartire. La 72enne, però, vestita di nero e con un carattere introverso - come l'hanno descritta i familiari a un interprete contattato dai carabinieri giunto da Carpenedolo - è sparita nel nulla. UNA COMMESSA del vicino Penny Market, uno dei tanti esercizi commerciali concentrati nella piazzetta di via Mantova, ha comunicato alle forze dell'ordine di aver visto una donna corrispondente alla descrizione di Janos Gurbo nei pressi della roulotte intorno alle 12.30. Poco prima era stata vista entrare nella vicina farmacia San Pancrazio. Alcuni commercianti di piazza Treccani hanno invece raccontato di aver notato, sempre nella mattinata di lunedì, i familiari della donna aggirarsi per il centro di Montichiari a chiedere elemosina. Dalle 13 in poi, si sarebbero comunque perse le tracce della 72enne che aveva con sé 150 euro. Così il figlio e la compagna si sono recati in serata alla stazione dei carabinieri di Montichiari per denunciare la scomparsa. I militari hanno avviato le ricerche, ma le operazioni sono iniziate ufficialmente soltanto alle 13 di martedì, ventiquattr’ore dopo la scomparsa. Le ricerche sono coordinate dai carabinieri della stazione di Montichiari, che dopo aver passato al setaccio gli ospedali della zona, hanno contattato le altre forze dell'ordine che da ieri stanno cercando la donna. SUL POSTO è arrivata anche una squadra dei vigili del fuoco di Brescia, con un’altra aggiuntasi da Cremona specializzata nella mappatura del territorio. In più la zona è «setacciata» anche dall'elicottero dei vigili del fuoco, proveniente da Malpensa, che ha controllato dall'alto diversi quartieri monteclarensi. In particolar modo il velivolo ha costeggiato il tratto del fiume Chiese che attraversa la cittadina della Bassa. Sul posto anche la protezione civile di Brescia e di Montichiari, oltre alla polizia locale che ha passato sotto la propria lente d’ingrandimento la zona dei Novagli. I volontari della protezione civile, infine, si sono recati nella zona del Castello di Montichiari per effettuare ulteriori controlli. Nel primo pomeriggio di ieri, però, la zona maggiormente battuta dalle forze dell'ordine è stata quella di via Ciotti, del quartiere Allende ed in generale dell'area in cui si trova l'ospedale. L'unità cinofila della protezione civile di Brescia, che ha fiutato gli indumenti della 72enne forniti dai familiari, è arrivata fino a quelle zone ma non ha trovato ancora niente. Sono ore di apprensione, quindi, per i cari di Janos Gurbo, che non hanno più notizie della donna da quasi due giorni. Il lavoro delle forze dell'ordine prosegue in maniera costante, con tutte le difficoltà del caso legate sia all'assenza di un sistema di videosorveglianza all’interno del paese, sia al fatto che la donna non ha con se nessun telefono cellulare. Oggi le ricerche continueranno. •