Controlli stradali,
studenti a fianco
dei vigili

Gli studenti hanno visto gli agenti di Polizia Locale all’opera con gli strumenti di prevenzione   FOTOLIVEAlla notte di controlli ha partecipato anche la Croce BiancaUn ragazzo prova il  telelaser
Gli studenti hanno visto gli agenti di Polizia Locale all’opera con gli strumenti di prevenzione FOTOLIVEAlla notte di controlli ha partecipato anche la Croce BiancaUn ragazzo prova il telelaser
Davide Vitacca 16.04.2018

Sabato sera decisamente alternativo e anticonvenzionale per i dodici studenti di quinta del Liceo scientifico Copernico e dell'Istituto tecnico-agrario Pastori che hanno partecipato al fianco della Polizia Locale di Brescia a una lunga nottata di controlli lungo una delle principali arterie di collegamento tra la città e l'hinterland. I ragazzi, da poco maggiorenni e in attesa di conseguire la patente di guida, sono stati coinvolti nella quinta e penultima uscita dell'undicesimo percorso formativo promosso dall'ufficio Educazione alla Legalità della Locale in collaborazione con Croce Bianca, Vigili del Fuoco e l'associazione «CONdividere la strada della vita». Accolti poco prima dello scoccare della mezzanotte all'interno della centrale operativa di via Donegani dal commissario Elisa Daeder, i giovanissimi sono stati condotti a bordo di due mezzi del Corpo nel tratto di via Triumplina compreso tra l'incrocio con via Oberdan e la rotonda di via Branze. Attesi da sei agenti in servizio, hanno assistito per quattro intense ore di esperienza sul campo alle operazioni di controllo della velocità tramite il sistema di telelaser e alla normale attività di prevenzione finalizzata al contrasto di comportamenti illegali al volante. Istruita sul funzionamento della tecnologia di rilevazione, che tramite un preciso puntatore laser è in grado di individuare con estrema precisione e fino a una distanza di 600 metri i veicoli che eccedono i limiti imposti, la squadra di alunni ha assistito al fermo di numerose automobili e alle operazioni di routine che prevedono la verifica della patente e del libretto di circolazione e l'utilizzo dell'etilometro per effettuare un pre-test capace di individuare gli autisti in stato di ebbrezza. Complice l'ora tarda e la strada sgombra, non pochi veicoli si sono fatti pizzicare alla velocità di oltre 70 chilometri orari: commettendo una violazione evidente e soggetta a sanzione, dato che in qualsiasi area urbana (ad eccezione delle tangenziali sud ed ovest) il limite consentito è di 50 km/h. NON È MANCATO chi è stato colto ad aver bevuto qualche bicchiere di troppo, ben oltre la soglia di tolleranza di 0,5 di grammi/litro di alcol nel sangue. A tal proposito, giovani hanno potuto sperimentare gli effetti dell'alcol sulla percezione dello spazio e sulla condizione dei riflessi indossando gli speciali occhiali che simulano la vista annebbiata dall'ubriachezza. Nel corso dell'operazione, supervisionata dal commissario Daeder, sono stati controllati alcune decine di veicoli in entrata e in uscita dalla città: 16 le sanzioni assegnate per eccesso di velocità, due quelle per guida in stato di ebbrezza, 7 per violazioni varie del codice della strada. Tutte le infrazioni sono state contestate immediatamente sul posto. Accanto al personale della Locale si sono schierati tre volontari della Croce Bianca, i quali hanno illustrato ai giovani protagonisti del progetto il funzionamento del servizio di telesoccorso, calibrato per rispondere con tempestività alle piccole esigenze dell'utenza anziana e con problemi di salute o deambulazione. I settanta studenti che hanno aderito complessivamente alle sei uscite, di cui una è in programma nel prossimo fine settimana, riceveranno l'attestato di partecipazione questo mercoledì in Loggia, in occasione della festa per il 145° anniversario della fondazione del Corpo di Polizia Locale. •

Condividi la notizia