Cavalli sempre più vicino
alle nuove Energie di Parisi

L’ex assessore regionale Alberto Cavalli sempre più vicino a Parisi
L’ex assessore regionale Alberto Cavalli sempre più vicino a Parisi
Giuseppe Spatola07.11.2017

Da Forza Italia alle «Energie» di Stefano Parisi. Alberto Cavalli, ex assessore regionale e oggi consigliere presidente della Commissione agricoltura, si starebbe avvicinando a piccoli passi al movimento fondato dall’ex candidato del centrodestra a Milano. Per ora si tratta solo di ipotesi che dovrebbero, però, trovare conferma ad inizio di dicembre, quando al Teatro Parenti il leader del movimento centrista presenterà il suo programma di Governo contestualmente all’ufficializzazione della nascita del gruppo al Pirellone (che consentirà ad Energie per l’Italia di presentarsi alle elezioni senza dover raccogliere le firme). Del resto Cavalli accanto a Raffaele Cattaneo, presidente del consiglio regionale, Mauro Piazza, consigliere regionale di Lombardia popolare, a al sottosegretario alle Riforme istituzionali e agli enti locali Daniele Nava, fu l’unico azzurro a presenziare ufficialmente all’incontro milanese dello scorso aprile. Non solo.

Altri indizi che avvicinerebbero Cavalli a Parisi sono palesi scorrendo i nomi del Coordinamento territoriale di «Energie per l'Italia». A Brescia ne fanno parte Alessandro Berdini, ingegnere, Claudio d'Aquila, dipendente pubblico, Dario Pirelli, pensionato, Pieranna Civera, avvocato, Marco Bonandrini, commercialista, e Giuseppe Pasina, albergatore.

Proprio Berdini, molto vicino a Mariastella Gelmini, fu mandatario elettorale di Cavalli durante l’ultima competizione regionale. E, come in cronaca così in politica, due indizi potrebbero fare una prova. Nessuno per ora conferma o smentisce il passaggio di casacca.

INTANTO, però, Cavalli sarà sabato mattina a Montichiari al convegno sul «vero Ius Soli, idee per l’agricoltura» organizzato proprio da Energie per L’Italia e chiuso da Stefano Parisi. Cavalli è stato presidente della provincia di Brescia dal 1999 al 2009 ed assessore per la regione Lombardia dal 2013 al 2014. Laureatosi in architettura all'Università Ca' Foscari di Venezia, negli anni Ottanta è stato membro del comitato di programmazione e pianificazione della Regione Lombardia e consigliere di amministrazione della Triennale di Milano della quale è stato commissario straordinario dal 1990 al 1992.

Esponente di Forza Italia dalla fondazione, alle elezioni provinciali bresciane del 1995 venne eletto consigliere.

Nel 1996 si candidò alla Camera nel collegio di Chiari: sostenuto dal centrodestra, ottenne il 29,6% dei voti e fu battuto sia dal rappresentante dell'Ulivo sia da quello della Lega Nord Daniele Molgora, risultato poi vincente. Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

Condividi la notizia