«Bigio e futuro, la questione è del tutto incomprensibile»

Alessia Multari al bar Tosio di via Tosio 9/b
Alessia Multari al bar Tosio di via Tosio 9/b
MA.GIA. 12.10.2018

Alessia Multari, 18 anni, studentessa, sfoglia Bresciaoggi al bar «Tosio» di via Tosio 9/b e commenta le notizie del giorno. Bigio sì, Bigio no: dopo anni ancora non si è presa una decisione sul destino della statua di epoca fascista... «Non riesco a capire il motivo della questione: è una statua come tante altre, non credo che il solo guardarla possa recare così tanto disturbo, inoltre sono convinta che in pochi conoscano la storia che c’è alle spalle. Viene da chiedersi: perché ristrutturarla per poi tenerla dentro ad un magazzino?» È stata inaugurata una nuova pista ciclabile nel tratto tra via Volturno e via Colombo. Cosa ne pensa? «Incentivare l’utilizzo della bicicletta è di certo un’azione positiva dell’Amministrazione comunale per contrastare l’inquinamento. Non credo, però, che siano così numerosi i cittadini che si spostano in bici soprattutto in un’area così trafficata come quella menzionata. Spero che, prima di approvare l’investimento, sia stato fatto uno studio apposito sul traffico ciclopedonale nella zona». Una bresciana ha fondato la piattaforma BookinGreen per una vacanza ecosostenibile... «È importante tutelare i beni ambientali e turistici per noi, per le generazioni future e per il pianeta. È spontaneo nella maggior parte dei turisti portare rispetto al luogo che si visita, senza per forza ricorrere alla piattaforma “eco-friendly». • © RIPRODUZIONE RISERVATA