Libera Università:
la nuova stagione
è ancora più ricca

Riccardo Caffi 18.10.2017

Lezioni dedicate alla conoscenza della storia locale, laboratori artistici pensati per i più piccoli e anche corsi di una lingua con la quale, piaccia o meno, fare sempre più i conti: il cinese. Sono le novità contenute nella programmazione allestita a Orzinuovi in occasione del il settimo «anno accademico» della Libera Università.

Pronta a offrire occasione di formazione continua e arricchimento a qualsiasi età da ottobre ad aprile, questa speciale istituzione promossa dall’assessorato alla Cultura e dalla Pro loco ha toccato nel corso degli anni diversi temie (medicina, ambiente, psicologia, cinema e lingue, arte, teatro), con l’obiettivo di affiancare ai percorsi formativi corrispondenti alle esigenze più diffuse un’offerta più specialistica.

«Credo che si possa parlare di un percorso virtuoso - commenta l’assessore alla Cultura Michele Scalvenzi -, che ha avviato numerose collaborazioni con associazioni del territorio e ha consentito di mantenere una richiesta economica calmierata per gli stage a pagamento, senza intaccarne l’elevata qualità».

IL CALENDARIO della Libera Università (le lezini si tengono in diverse sedi e ci si iscrive in municipio) è diviso in due sessioni. La prima, da ottobre a gennaio, offre approfondimenti di inglese base e intermedio, spagnolo base, tedesco, cinese, afabetizzazione informatica, teatro e poesia emozionale. Sono appunto una novità le lezioni sulla storia di Orzinuovi (l’origine di Orzivecchi e Orzinuovi; le rive rivali Orzi-Soncino; la storiografia orceana; Orzi fortezza di terraferma della Serenissima). Per i bambini dai 3 anni in su saranno attivi il laboratorio «Faccia-molo» per la creazione del proprio ritratto in creta; «Cartoni animali», per la costruzione di sagome con materiale riciclato, e «Blue flowers», per la produzione di stampe. Sempre riservato ai più piccoli c’è pure uno stage di arti circensi.

Condividi la notizia