Liquame nella roggia:
la Luzzaga si riempie
di pesci agonizzanti

Pesci morti dopo lo scarico nella roggia Luzzaga
Pesci morti dopo lo scarico nella roggia Luzzaga (BATCH)
11.03.2017

Non ha avuto contorni catastrofici, ma l’ennesimo scarico di sostanze tossiche in un corso d’acqua testimonia l’esistenza di un vero e sistematico attacco all’ambiente della Bassa. È successo giovedì mattina, e a farne le spese è stata la roggia Luzzaga, al confine tra Bassano Bresciano e Manerbio.

La Luzzaga costeggia la pista ciclabile che collega i due paesi, e sono stati proprio dei ciclisti a lanciare l’allarme: sull’acqua boccheggiavano molti pesci mentre altri erano già morti sulle rive. La segnalazione, arrivata all’Ufficio tecnico di Bassano, è stata girata ai carabinieri di Verolanuova, ai tecnici dell’Arpa e alle guardie ecologiche della Provincia.

DOPO il prelievo di campioni d’acqua da sottoporre ad analisi sono partite le ricerche; che sono approdate a un luogo nell’aperta campagna bassanese in cui è avvenuto uno scarico di liquame zootecnico: la causa dell’avvelenamento.D.BA.

Condividi la notizia