Frontale col vicino di casa, muore a 68 anni

La disperazione dei familiari della 68enne  sul luogo dell’incidenteL’utilitaria della  vittima   è finita in un campo dopo il violento impatto con la monovolume  del vicino di casaI funerali di Celerina Barbieri saranno celebrati domani pomeriggio
La disperazione dei familiari della 68enne sul luogo dell’incidenteL’utilitaria della vittima è finita in un campo dopo il violento impatto con la monovolume del vicino di casaI funerali di Celerina Barbieri saranno celebrati domani pomeriggio
Valerio Morabito 23.09.2018

Valerio Morabito Un tragico destino li ha fatti incrociare sulla stessa strada. Celerina Barbieri, 68enne di Isorella, ha perso la vita nello scontro frontale tra la sua utilitaria e una monovolume guidata dal vicino di casa che, per cause ancora in corso di accertamento da parte della Polizia stradale, ha invaso la corsia di sorpasso. La tragedia si è consumata poco prima delle 13 alle porte di Isorella lungo la strada provinciale 11 che porta a Gottolengo. Celerina Barbieri alla guida di una Hyundai i10 stava andando in un salone di acconciatura. APPENA SUPERATA l'isola ecologica, la Volkswagen Touran condotta da un 57enne è sbandato entrando in rotta di collisione con l’utilitaria. L'impatto è stato inevitabile e violentissimo. Per effetto dell’impatto la Hyundai è stata sbalzata nel campo accanto alla carreggiata. Nonostante l’esplosione dell’air bag la casalinga 68enne è morta sul colpo. L’imponente spiegamento di mezzi di soccorso si è rivelato purtroppo inutile: sul luogo dell’incidente è atterrato l'elisoccorso di Verona, insieme ad un'autoambulanza di Cremona e un'automedica di Mantova. Il personale medico non ha potuto far altro che contastatare il decesso di Celerina Barbieri. Il 57enne alla guida della monovolume uscito praticamente illeso dall’incidente, quando si è reso conto che la vittima era la vicina di casa è stato sopraffatto dalla disperazione. Dopo i primi accertamenti è stato accompagnato all'ospedale di Manerbio per accertamenti. Come prevedono le procedure sarà sottoposto alle analisi per appurare se stesse guidando sotto effetto di alcolici o sostanze stupefacenti. Un atto dovuto in questi casi. Il 57enne aveva tra l’altro conseguito la patente da poco tempo come testimonia la «P» di principiante affissa sul retro della propria Turan grigia su cui viaggiavano altre 4 persone rimaste illese. L’ULULATO delle sirene dei mezzi di soccorso ha attirato l'attenzione di molte residenti: complice il fatto che la strada è molto trafficata, sul teatro dello schianto mortale si è radunata in breve una piccola folla di persone. Sulla provinciale sono arrivati anche il figlio e altri familiari di Celerina Barbieri. Dopo aver ricevuto l’istruttoria della Polizia stradale, la Procura ha disposto subito il nullaosta alla sepoltura. La data dei funerali sarà fissata nelle prossime ore. Il tratto stradale di via Gottolengo è rimasto chiuso al traffico per circa due ore. Giusto il tempo per la polizia di rilevare l'incidente e per le onoranze funebri di ricomporre il corpo di Celerina Barbieri. LA CAMERA ARDENTE è stata allestita da ieri nell’abitazione in via De Gasperi. I funerali saranno celebrati domani alle 17 nella parrocchiale di Isorella. Celerina Barbieri, conosciuta da tutti con il soprannome «Celi», lascia la mamma Rosina, i figlio Eliseo e la figlia Luisa, la sorella Neris e il fratello Domenico. • © RIPRODUZIONE RISERVATA