Appuntato in
pensione salva
la vita di un uomo

Il 61enne soccorso dal carabiniere è stato trasportato a Manerbio
Il 61enne soccorso dal carabiniere è stato trasportato a Manerbio
10.11.2017

Ha scorto l’uomo a terra e non ha perso tempo. Ha accostato, è sceso velocemente dalla macchina, si è chinato sul corpo esanime ed ha capito che la situazione era grave. Così un Appuntato dei carabinieri in congedo ha iniziato a praticare le prime manovre di rianimazione sulla persona riversa a terra mentre l’allarme faceva partire un’ambulanza. Dario Gandolfi, 58 anni, militare dell’Arma in congedo, già in servizio alla stazione carabinieri di Verolanuova, è stato il protagonista mercoledì pomeriggio di un’azione rapida e generosa che con ogni probabilità ha salvato la vita di un uomo. Gandolfi, che abita a Barbariga, da poco in congedo dalla stazione carabinieri di Verolanuova, stava percorrendo mercoledì pomeriggio la strada provinciale Quinzanese alla guida della propria autovettura; all’altezza del Vivaio Onda Verde ha visto una persona a terra sul ciglio della strada. Accostata a bordo strada l’auto, si è chinato sull’uomo, poi identificato come un 61enne di Castegnato che stava andando per funghi, ed ha capito che era stato vittima di un malore ed aveva perso i sensi.

L’ex militare ha richiesto l’intervento dell’ambulanza e poi ha messo a frutto le sue conoscenze in materia di primo soccorso, effettuando un massaggio cardiaco per un quarto d’ora circa. Operazione provvidenziale che ha consentito all’uomo una lenta ripresa. I sanitari arrivati nel frattempo hanno provveduto alle altre cure del caso, trasportando successivamente il 61enne in osservazione all’Ospedale di Manerbio.

Condividi la notizia