Imprenditore
in manette per
frode immobiliare

L'inchiesta avviata dalla GdF
L'inchiesta avviata dalla GdF
20.02.2018

I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Desenzano del Garda, coordinati dalla Dda della Procura della città lombarda, hanno arrestato un imprenditore veronese attivo nel bresciano per una serie di reati fiscali in particolare in relazione alla compravendita di una villa a Sirmione, sul Lago di Garda, circondata da un ampio parco, un porticciolo privato e un eliporto. La società venditrice, che fa capo all’arrestato, aveva dichiarato un valore di 7 milioni di euro ma i finanzieri hanno scoperto che la villa era stata ceduta per 19 e che l’operazione aveva generato una plusvalenza non dichiarata di 12 milioni, nascosta attraverso un complicato gioco di società estere. L’ordinanza per l’imprenditore fa seguito ad un’altra ai domiciliari del novembre scorso nei confronti di una donna (anch’ella veronese con interessi nel bresciano) e al sequestro di beni del valore di oltre 4 milioni di euro.