Un trio da Champions
per «catturare» Salamon

Bartosz Salamon: met&agrave; stagione titolare da difensore centrale e ora il decollo verso il Milan<br />
Bartosz Salamon: met&agrave; stagione titolare da difensore centrale e ora il decollo verso il Milan<br /> (andre)
Vincenzo Corbetta12.12.2012

Un trio da Champions per catturare Bartosz Salamon. O meglio, per monitorarne le prestazioni, valutarne i progressi e, perchè no, iniziare una trattativa con il Brescia.  Da un paio di mesi al «Rigamonti» si presentano, regolarmente accreditati, gli osservatori di Juventus, Borussia Dortmund e Manchester United, tre club qualificati per gli ottavi di Champions League. La Juve è andata oltre e ha già parlato direttamente con il club di via Bazoli: non una trattativa vera e propria, ma è significativo che il club campione d'Italia abbia chiesto informazioni più dettagliate. Oltre che la Juventus, in Italia Salamon ha altri estimatori. La Roma, su sollecitazione di Zeman, che ha avuto il polacco 2  anni fa a Foggia, sonda il terreno per vedere se l'affare è possibile subito o solo a giugno, come vorrebbe il Brescia. Sul centrale del '91 anche Palermo, Napoli e Genoa. LA POLITICA di mercato invernale del Brescia non si discosterà da quella dello scorso anno: ricerca di giovani che in serie A sono sottoutilizzati e possono arrivare con la formula del prestito, al limite con diritto di riscatto. Rinforzare la squadra, ma anche le casse societarie, nonostante una situazione economica meno drammatica di un anno fa e che a giugno, con alcune operazioni ad hoc, potrebbe portare il Brescia  vicino al risanamento. Ma serve fare cassa già a gennaio. Evitando cessioni dolorose. Il modo c'è: anticipare le comproprietà. Il Brescia ne ha tre: Omar El Kaddouri con il Napoli, Lorenzo Tassi con l'Inter e Panagiotis Kone con il Bologna. Il valore complessivo: 5 milioni per la metà. LA PRIMA da discutere è con il Napoli. Il Brescia deve dare l'assenso per il trasferimento del fantasista al Pescara. Partenopei e abruzzesi hanno l'accordo, il giocatore (una presenza in campionato proprio contro il Pescara e qualche apparizione in Europa League) scalpita per poter giocare di più.   Su Fabio Daprelà è tornata alla carica l'Udinese, mentre per Vitor Saba non dovrebbero esserci dubbi: resterà a Brescia fino al termine della stagione. Capitolo acquisti. L'ideale sarebbe un rinforzo per reparto. Per la difesa l'obiettivo numero uno resta Luca Caldirola, che a Cesena non si è ambientato e  ha non poche pressioni dallo spogliatoio biancazzurro per tornare. Per il centrocampo piace tra gli altri  Nicolas Viola, 23 anni, scuola Reggina, centrocampista del Palermo (3 presenze, 36 minuti).  In attacco servirebbe una seconda punta agile e di buona tecnica. L'identikit di Cristian Pasquato, 23 anni, 4 spezzoni  e 23 minuti col Bologna, ma che in B ha fatto cose egregie, come a Modena nel 2010-11, con 9 reti in 40 partite.  © RIPRODUZIONE RISERVATA