«Sospesa, anzi
no». Sempre
caos in Serie B

Franco Frattini: è il presidente del Collegio di Garanzia del Coni presieduto da Gianni Malagò
Franco Frattini: è il presidente del Collegio di Garanzia del Coni presieduto da Gianni Malagò
19.09.2018

«Il fatto nuovo è che il Tar del Lazio oltre che sospendere la sentenza ha sospeso il campionato. E’ chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell’ordinanza collegiale che il Tar ha stabilito al 9 ottobre vuol dire che fino al 9 ottobre non si giocherebbe la serie B». QUESTE PAROLE del presidente del Collegio di Garanzia del Coni Franco Frattini, pronunciate ieri mattina in un’intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei, in merito alle questione dei ripescaggi della serie B, hanno dato vita ad un’altra giornata surreale, quella di ieri. Almeno per qualche ora, fino a quando lo stesso Frattini ha chiarito la propria posizione e le proprie parole, che nel frattempo avevano scatenato i tifosi di tutta Italia: « Non è ovviamente sospesa l’intera serie B – ha scritto Frattini in un tweet – ma le partite di tutte le squadre parti nelle varie cause; quelle che avrebbero dovuto giocare in C ad esempio ma aspirano alla B, non hanno giocato e non giocheranno neppure in C fino al verdetto. Dunque, urge decidere. Siccome ad ogni turno eventuali recuperi si complicherebbero, tutta la B è ”perturbata”, perciò ho fissato la riunione di Giunta, con assoluta urgenza.La Figc però si oppone e chiede al Tar la revoca del decreto cautelare e della mia convocazione. Vediamo…». INSOMMA, CAOS SU CAOS per un’altra giornata da paura. Giornata che tanto per cominciare ha visto il rinvio delle sei partite di Serie C in programma nel week-end che vedono coinvolte le squadre che hanno chiesto il ripescaggio: non verranno quindi disputate Arezzo-Pro Vercelli, Novara-Albissola e Siena-Pisa per quanto riguarda il girone A; Fano-Ternana per il girone B; Catania-Siracusa e Juve Stabia-Viterbese per il girone C. Va ricordato che Franco Frattini, dopo il verdetto del Tar che ha accolto i ricorsi di Ternana e Pro Vercelli, ha disposto un’udienza per venerdì prossimo 21 settembre alle 14.30 per la riassunzione e il riesame dei ricorsi delle due squadre relativi al format del campionato di Serie B. Tre giorni dopo, sempre dinanzi alla Prima Sezione, è in programma il riesame dei giudizi sui ricorsi di Ternana, Pro Vercelli e Siena nell’eventualità in cui il Collegio dovesse assumere una decisione tale da determinarne la relativa reviviscenza. «Tale è la confusione che si sta generando in questi giorni che addirittura c’è chi parla di campionato della Serie B sospeso. Improvvide a tal proposito risultano le dichiarazioni del presidente Franco Frattini. Invece il campionato va avanti, regolarmente perché è quello che vogliono milioni di tifosi e perché non c’è alcun provvedimento di divieto che ne ha disposto la sospensione»: è la dura nota emessa ieri dalla Lega Serie B, mentre il Catania con l’ad Pietro Lo Monaco non utilizza mezzi termini: «Le dichiarazioni del presidente Frattini, aggiunte all’iperattività su un noto social network con ripetute, confuse e contraddittorie esternazioni, risultano inopportune e massimamente ambigue». «DIMENTICA - prosegue Lo Monaco di essere la causa originaria del disastro relativo alla Serie B, e per il presidente del Collegio di Garanzia, inoltre, sembra urgente soltanto ciò che è caro alle prime 19 delle 22 società di B, non anche ciò che riguarda tutte le altre. A questo punto, solo l’intervento del Governo può obbligare tutte le parti al rispetto delle regole e rappresentare così l’ancora di salvezza per queste istituzioni calcistiche alla deriva».