Seb la prende con filosofia «Le gare sono così A volte girano storte...»

Verstappen tocca VettelSebastian Vettel
Verstappen tocca VettelSebastian Vettel
16.04.2018

«Avrei potuto aspettare un po’di più. Ho bloccato le posteriori, ma certo non volevo colpire Vettel. Gli ho chiesto scusa ma più di così non potevo fare. Certo ho avuto un inizio di stagione da schifo, devo cercare di fare meglio dalle prossime gare». Così il pilota della Red Bull Max Verstappen ha commentato la «toccata» con Vettel nel Gran premio di Cina. «Non sono contento di me, potevamo fare primo e secondo», ha aggiunto, «ho deluso il team». Ha invece ribattuto Vettel: «Le gare sono così. Sono cose che succedono, è stato negativo per entrambi. Non c’è molto da aggiungere. Ho perso bilanciamento con tantissimo sovrasterzo, era difficile stare in pista, cercavo solo di sopravvivere». Vettel, ottavo nel Gp di Cina, non ha aggiunto di più sul maldestro tentativo di sorpasso di Max Verstappen che ha fatto andare in testa coda sia la Ferrari sia la Red Bull. «Le gare a volte ti fanno un favore, altre volte vanno storte...», ha concluso. Soddisfatto Ricciardo, primo sul podio. «A quanto pare non riesco a vincere gare noiose. Certo è stata una vittoria inattesa. Alla vigiglia temevo di non entrare neanche in griglia, ma i ragazzi ai box hanno fatto un grande lavoro per farmi fare le qualifiche. Anche oggi sono stati grandi, facendoci fare il doppio pit stop in regime di safety car. È stata una mossa decisiva, che ci ha permesso di vincere», ha commentato da trionfatore. «I sorpassi sulle Mercedes? In certi casi bisogna cercare di seguire il tuo istinto. Con le gomme soft sapevo di poter andare più lungo in frenata e sono riuscito a superare Hamilton». Raikkonen: «Mi prendo questo terzo posto perché da come si era messa nella prima parte non sembrava una gara positiva. Se avessi avuto gomme soft, nel finale forse sarei riuscito ad attaccare Bottas, ero più veloce, ma quando lo avvicinavo non riuscivo a fare di più». Queste le parole del ferrarista Kimi Raikkonen, dal podio del Gp di Cina. «Ho fatto una buona partenza, ma alla prima curva ho bloccato una ruota e ho faticato a seguire i primi», ha aggiunto, «La prima fase non è stata facile, ma ho avuto fortuna con l’ingresso della safety car. Con le medie la macchina andava bene, ma con le soft sarei stato più veloce».

Condividi la notizia