Il Lumezzane passa il test di maturità

Andrea Dimasi30.10.2017

Terzo successo di fila e punto di bonus per il Lumezzane, che a Rovato stende il Lecco sotto il peso di 5 mete e sale a respirare l’aria d’alta quota.

Nel match della verità contro i lariani, Cuello e soci sfoderano una prestazione impeccabile sotto il profilo dell’ordine tattico e della tenuta atletica e, facendo la voce grossa nelle fasi statiche e nel gioco aperto, si rivelano letali nel colpire un avversario mai in gara nel punteggio e capace di giocare alla pari soltanto in mischia chiusa. In particolare, i rossoblù costruiscono la vittoria approfittando delle tante disattenzioni difensive del Lecco e alla fine colgono un successo che legittima ambizioni che vadano oltre la semplice salvezza.

IN UN POMERIGGIO condizionato dal forte vento, capace di rovinare i piazzati che avrebbero reso più largo il divario, i valgobbini si portano sul 6-0 con i piazzati e, alla prima discesa del giovane Bandera, abile a macinare 50 metri ovale in mano, arriva la prima meta grazie allo scarico decisivo per Zaffino. Gli ospiti rientrano in gara con la meta di Alippi ma dopo il riposo del Lecco si perdono le tracce. Seye allunga il punteggio, poi è un intercetto a metà campo di Pagnoni a regalare ai suoi la meta del bonus. Nei minuti finali c’è poi gloria anche per Bonetti, autore della marcatura che fa salire il bottino rossoblù a quota +30. Un soddisfatto Francesco Filippini: «Temevamo il Lecco nei punti d’incontro, ma siamo stati bravi a rallentare il loro gioco».

Condividi la notizia