Il Botticino e il Rovato sono «campioni d’autunno»

30.10.2017

Il girone d’andata della prima fase stagionale di serie C1 si chiude nel segno di Botticino e Rovato, che si laureano campioni d’autunno, grazie ai successi ottenuti nel turno di ieri. Gli uomini di Maurizio Bonaldo e Roberto Torri esagerano e schiantano un Cus Brescia capace solo di rispondere alla meta iniziale di Salvi.

Al «Quecchia» i gialloverdi impiegano mezz’ora per conquistare match e punto bonus. Nella ripresa Muscojona e soci non si fermano e chiudono la gara a quota dieci mete complessive. I rossoblù della Franciacorta fanno ancora meglio ed espugnano Varese nel big-match che metteva in palio il primato solitario. Sul campo dell’unica formazione che era riuscita a tenere il passo di Bergamo e compagni, il Rovato mette la partita sui binari giusti nel primo quarto d’ora, poi fa l’errore di mettersi a sedere e subisce la rimonta dei padroni di casa. Nel quarto d’ora finale, i ragazzi di Daniele Porrino tornano a correre e siglano le tre mete che mettono in ghiaccio la sfida e la vetta solitaria a punteggio pieno.

Nel girone B fanno festa anche Franciacorta e Borgo Fiumicello: in una gara condizionata dal forte vento, la franchigia di Alex Geddo è brava a colpire il Desenzano nei momenti chiave del match, e conquista vittoria e punto bonus con due mete per tempo; i gialloarancio di Molinari, invece, mettono a segno il successo della domenica.

Nella gara più emozionante del turno Roversi e compagni sorprendono la Bassa Bresciana con tre mete iniziali. I lenesi, tuttavia, si ricompattano sul finire di tempo e iniziano a costruire la rimonta che mantiene il vantaggio nelle mani della Bassa fino a cinque minuti dalla fine. Sui titoli di coda, la meta di Medaglia e la successiva trasformazione di Quarantini valgono il sorpasso dei locali, che mette in chiaro che in zona Pool Promozione bisognerà fare i conti anche con il Borgo Fiumicello.

IN SERIE C2 giornata amara, invece, per le quattro bresciane impegnate. College Club e Valle Camonica si presentano in formazione d’emergenza ai rispettivi impegni contro Lions Cremona e Rugby del Chiese, e devono arrendersi. I cittadini strappano almeno un punto di bonus, così come il Franciacorta cadetta, k.o. contro il Casalmaggiore nonostante una buona prova e il punteggio in equilibrio fino alla fine. Finisce al tappeto nonostante tre mete all'attivo anche la cadetta del Cus Brescia, superata comunque con onore dal Crema, capolista del girone C.A.D.