Calvisano, una partenza insidiosa

Il Patarò Calvisano vice campione d’Italia è pronto a lanciarsi verso la nuova stagione
Il Patarò Calvisano vice campione d’Italia è pronto a lanciarsi verso la nuova stagione
Andrea Dimasi 31.07.2018

Sarà la neopromossa Verona a inaugurare il cammino del Patarò Calvisano nel nuovo Top 12. Attesi per il debutto nel week-end del 15 e del 16 settembre, i gialloneri riprenderanno il cammino verso il trono tricolore al Payanini Rugby Center, nuova casa dell’ambiziosa matricola scaligera. Una settimana più tardi, invece, gli uomini di Massimo Brunello riapriranno le porte di casa del Pata Stadium per la sfida ai Medicei. Se l’avvio di annata si profila non semplicissimo, le date da cerchiare in rosso per Morelli e soci sono però quelle del 10 e 11 e del 17 e 18 novembre quando, tra il settimo e l’ottavo turno, Calvisano sarà prima chiamato a viaggiare verso Padova per il remake dell’ultima finale scudetto contro il Petrarca; poi, di ritorno in via San Michele, avversario dei vicecampioni d’Italia sarà Rovigo. La giornata finale della regular season è invece in calendario per il fine settimana del 27 e 28 aprile, quando, una settimana dopo il sempre appassionante derby contro Viadana, il Patarò sarà ospite del Valorugby Emilia: nuova matricola reggiana che con un nuovo corso societario ha raccolto l’eredità del vecchio Rugby Reggio. COME UN ANNO FA, al di là della qualità degli avversari, la prima insidia per i Brunello’s sarà rappresentata da un calendario fitto di impegni che, dal 15 settembre al 23 dicembre, chiamerà i gialloneri in campo per quattordici partite in quindici settimane, prendendo a riferimento tutte le competizioni. Il Top 12 osserverà infatti un doppio turno di pausa nei fine settimana centrali di ottobre e dicembre, con Chiesa e compagni che anche quest’anno saranno chiamati all’avventura europea nel Continental Shield; a novembre invece, in occasione dei test match della Nazionale di O’Shea, la massima serie sarà in campo regolarmente fatta eccezione per l’ultimo fine settimana del mese; nessuna pausa ma normale svolgimento del campionato, invece, nei week-end di febbraio e marzo nei quali a prendere la scena sarà il Sei Nazioni. La finalissima del Top 12 è attesa per sabato 18 maggio, anche quest’anno di scena sul campo della miglior classificata: «Il nostro è un torneo impegnativo, che quest’anno si arricchisce di quattro giornate in più – è il commento da parte di Massimo Brunello, tecnico di Calvisano -. Nella prima metà di stagione, siamo chiamati ad affrontare una serie di impegni dietro l’altro, sia in campionato che in Continental Shield: questo ci imporrà di farci trovare subito pronti, e la ricerca della continuità sarà un aspetto fondamentale da non sottovalutare». •

Primo Piano
 
L’OPERAZIONE. Scattano 4 arresti. Il saccheggio di cavi aveva creato disagi nella circolazione dei treni. Caccia ai ricettatori

Furti di rame e ferrovie in tilt La banda di ladri al capolinea

Condividi la Notizia