Pedroso, Trost e Desalu in finale Vallortigara e Howe out

Eseosa Desalu
Eseosa Desalu
09.08.2018

ROMA Tre atleti in finale, e una eliminazione dolorosa, sono il bottino odierno dell’Italia ai campionati europei di atletica leggera di Berlino. A centrare l’obiettivo della finale sono stati il velocista Fausto Desalu, ottimo seconda nella sua semifinale dei 200, la saltatrice in alto Alessia Trost e la primatista italiana dei 400hs, Yadisleidy Pedroso, qualificata col terzo tempo assoluto. Sorprende, invece, il flop di una delle atlete più attese della spedizione azzurra, Elena Vallortigara, che ha sbagliato tre volte l’1,90, una misura superata sempre quest’anno, fino al picco del 2,02 di Londra del 22 luglio. «È stata la peggior gara della mia stagione, sono molto delusa - ha ammesso la 27enne vicentina -. Qualcosa non è andato nella rincorsa, non riuscivo a collegare mente e corpo». Fuori anche Desiree Rossit, il tricolore sarà rappresentato in finale dalla bronzo mondiale di Birmingham. Ottima la prova, nei 200, del 24enne cremonese Desalu, che ha chiuso la sua gara in 20.35, a soli 4 centesimi dal record personale. «Sono molto soddisfatto, perchè non ho mollato. La stanchezza si è fatta un pò sentire negli ultimi 40 metri ma credo di essere maturato e cresciuto molto mentalmente». Eliminati invece Andrew Howe, recordman italiano del lungo presentatosi a Berlino in veste di sprinter, e David Manenti. •