Palloni e super bonus: il «tris» d’assi è di qualità

29.01.2017

Due bomber implacabili e un signor centrocampista. A loro sono andati i bonus da 500 punti assegnati al termine della quinta settimana di votazioni. Francesco Galuppini, attaccante del Ciliverghe, ha sbaragliato la concorrenza nella graduatoria settimanale del Pallone d’Oro prendendosi la rivincita nei confronti degli avversari dopo aver soltanto accarezzato la possibilità di far suo questo riconoscimento al termine della scorsa tornata elettorale (secondo per una manciata di voti), mentre il luccichio argentato ha finito con l’abbagliare la classe di Davide Loda, punto di riferimento nello scacchiere dello Sporting Club Brescia, impegnato nella rimonta nei confronti delle zone di vertice nel campionato di Prima. Il Pallone di Bronzo ha invece portato a primeggiare Simone Coccaglio, un habitué del concorso e già protagonista in passato. L’attaccante del Borgosatollo, tra gli elementi più continui del concorso fino ad ora, sta cercando la definitiva consacrazione.

I PREMIATI. Francesco Galuppini, nato il 17 ottobre 1993, è il leader della classifica marcatori del girone B di serie D con 13 centri all’attivo (uno in più rispetto all’amico e compagno di squadra Alessandro Bertazzoli, a sua volta in corsa per il premio dorato). Davide Loda, nato il 19 aprile 1991, è l’uomo di raccordo scelto da Fabrizio Leonardi per unire le idee del centrocampo alla straordinaria e rinnovata potenza di un attacco fuori categoria. Simone Coccaglio è invece una delle certezze del gruppo a disposizione di Piergiorgio Salomoni, uno degli uomini sui quali il Borgosatollo punta maggiormente per centrare la qualificazione ai prossimi play-off. L’attaccante biancorosso, nato il 21 settembre del 1985, ha già avuto modo di mettersi in mostra in questa prima parte di stagione con 6 gol all’attivo e diversi assist per i compagni di squadra.

Condividi la notizia