I Palloni e la Perla,
una storia
meravigliosa

I Palloni e la Perla del calcio di Bresciaoggi: appuntamento finale al Vittoriale di Gardone Riviera
I Palloni e la Perla del calcio di Bresciaoggi: appuntamento finale al Vittoriale di Gardone Riviera (BATCH)
24.05.2017

È un viaggio lungo e bellissimo, che domani sera approderà al Vittoriale di Gardone Riviera, sede dalle ore 19,30 delle premiazioni dei Palloni e della Perla del calcio di Bresciaoggi: Francesco Galuppini (Ciliverghe, Oro), Luca Paghera (Calcinato, Argento), Giambattista Magli (Villaclarense, Bronzo) e Martina Rosucci (Brescia Femminile, Perla del Calcio),

Il viaggio è iniziato a Carpenedolo, nel 2003, con il primo Pallone d’Oro ad Andrea Bottazzi. Passa oggi da Ciliverghe, dove Francesco Galuppini ha appena portato i gialloblù alle soglie del professionismo. Poi è cambiata la formula, i premi si sono moltiplicati e la partecipazione della gente decuplicata. Di più: il Pallone d’Oro ha iniziato a portare bene. E anche l’Argento e il Bronzo. Un anno fa Giordan Ligarotti, Mauro Moreschi e Fabio Ferlinghetti centrarono i rispettivi obiettivi (salvezza e 2 promozioni), oggi Galuppini, Paghera e Magli possono festeggiare 3 qualificazioni ai play-off.

IL PRIMO a trionfare nel Pallone d’Oro, 14 anni fa, è stato Andrea Bottazzi, anima del Carpenedolo. Un anno dopo ecco Cristian Quarenghi, l’uomo simbolo del Salò, che vinse al Flaminio di Roma una memorabile finale di Coppa Italia e centrò la D.

Nel 2005 ecco un ex professionista, Dario Hubner, allora al Rodengo: un vanto per Bresciaoggi. Il 2006 è stato l’anno di Giorgio Gherardi, primo (e unico fin qui) vincitore del Darfo. A seguire la doppietta della Dellese: Ermanno Panina, l’uomo del salto in Eccellenza, e Sergio Piovanelli. Nel 2009, la prima e unica volta d’Oro di un giocatore di Promozione: Stefano Tagliani, fantasista del Concesio. Poi Alessio Baresi, capitano del Montichiari scudettato in D. Quindi Riky Maspero (Pro Desenzano), il secondo ex giocatore di Serie A a entrare nell’albo d’oro. La storia recente? Michele Sella (Nuvolera), Marco Romanini (Travagliato) e Stefano Franchi (Ciliverghe) hanno preceduto Giordan Ligarotti (Bedizzolese).

Dal 2012 il Pallone si è moltiplicato. L’Argento ha visto il trionfo di Giulio Rota, primo giocatore di Seconda premiato. Quindi Marco Zanardini, oggi diesse dell’Adrense, Andrea Savoia (Vobarno) e Mauro Moreschi (Calvina).

Stefano Facchetti e Simone Canini sono i gemelli del Bronzo clarense, Fabio Ferlinghetti ha portato il titolo al Villa Carcina e Tita Magli nella Bassa, a Villachiara.

Dal 2016, la Perla del Calcio. E non c’era scelta: Cristiana Girelli, simbolo del Brescia e bresciana doc, e Martina Rosucci. Che viaggio! E non è ancora finita.

CORRELATI
Condividi la notizia