Un obiettivo Centrale: immediato riscatto

Il tecnico della Centrale McDonald’s Brescia, Roberto ZambonardiAlberto Cisolla e la Centrale vanno all’attacco: contro Lagonegro
Il tecnico della Centrale McDonald’s Brescia, Roberto ZambonardiAlberto Cisolla e la Centrale vanno all’attacco: contro Lagonegro
Salvatore Messineo05.11.2017

Dimenticare la gara con Tuscania e concentrarsi su quella di stasera (ore 19,30) a Lauria contro il Geosat Lagonegro in occasione della nona giornata del campionato di A2 maschile. È questo l’imperativo della Centrale McDonald’s dopo la sconfitta di mercoledì al PalaSanFilippo contro la capolista Tuscania, costata la perdita del quarto posto. «Non possiamo pensare a quello che è stato e poteva essere – afferma Roberto Zambonardi, tecnico del Brescia -. Dobbiamo guardare avanti cercando di far tesoro degli errori commessi e aggrapparci ai nostri punti di forza che sono tanti e che dobbiamo mettere in campo».

La sconfitta rimediata contro la squadra laziale ha lasciato un po’ di amaro in bocca a tifosi, dirigenza e giocatori che si sono fatti sfuggire una bella occasione. Oggi servirà resettare tutto e concentrarsi sul Lagonegro, che ha ritrovato verve dopo le ultime due vittorie di fila contro Club Italia e Bolzano, giunte dopo sei ko consecutivi. «Non dobbiamo più pensare alla gara contro il Tuscania – dice il tecnico cittadino -, ma solo alla sfida di stasera. Dovremo mettere in campo il meglio di noi stessi ed entrare in campo con la giusta grinta e cattiveria per affondare i colpi quando necessario».

Sarà indispensabile ritrovare Bellei delle prime otto gare, Codarin più efficace in attacco e a muro e una ricezione che possa consentire a Tiberti di sfruttare i suoi due centrali perché altrimenti la serata potrebbe diventare molto difficile. «Dobbiamo ritrovare la squadra che ha vinto a Gioia del Colle – dice Zambonardi -. Un team coeso, che lotti su ogni pallone, con giocatori che si aiutino l’uno con l’altro perché quella che andiamo a giocare sarà una partita difficile su un campo caldo. Faremo di tutto per vincere e per rimanere nella parte alta della classifica, ma occorre la partecipazione di tutti».

CONTRO il Lagonegro, la cui partita potrà essere seguita in diretta su Sportube nella palestra di Caionvico con ingresso libero, Brescia ha una tradizione positiva (due vittorie su altrettante gare), ma questa da sola non sarà sufficiente per riconfermarsi, anche perché della squadra della scorsa stagione sono rimasti lo schiacciatore Boscaini e il libero Fortunato da una parte e Cisolla, Esposito e il libero Fusco, sempre più preciso in ricezione, reattivo in difesa e combattente straordinario, per la parte bresciana.

Servirà fermare l’opposto australiano Hodges, top scorer della sua squadra, oltre la coppia Boscaini-Majorana in banda e quella al centro composta dall’ex Fabi e Copelli. Nel Brescia ci sarà il solito dilemma Margutti/Mazzon per chi affiancherà Cisolla in banda, mentre Zambonardi dovrebbe confermare Bellei opposto al palleggiatore Tiberti, Esposito e Codarin al centro, Fusco libero.

Condividi la notizia