Centrale da applausi: rimonta per la rinascita

La gioia dei giocatori della Centrale McDonald’s: bella vittoria in trasferta  FOTO ROBERTA RENNE
La gioia dei giocatori della Centrale McDonald’s: bella vittoria in trasferta FOTO ROBERTA RENNE
06.11.2017

Salvatore Messineo

LAURIA

Il riscatto è servito. Dopo la sconfitta interna contro la capolista Tuscania, la Centrale McDonald’s cercava a Lauria contro il Geosat Lagonegro una pronta rivincita e l’ha ottenuta attraverso un percorso difficile, dopo aver perso malamente i primi due set, al quinto (15-10), in netto crescendo, riconquistando allo stesso tempo il quarto posto in classifica del girone Blu della serie A2 maschile grazie anche alla contemporanea sconfitta di Gioia del Colle contro la Tuscania.

«È andata bene – ammette Roberto Zambonardi, allenatore del Brescia -. Dopo i primi due set nel corso dei quali i padroni di casa ci hanno messo in difficoltà in battuta e abbiamo fatto fatica a contenere le loro bande, dal terzo ci siamo ripresi spostando Codarin su Fabi e Bellei su Maiorana. Nel quinto set ci siamo gasati con un bel break di Mazzon e siamo andati a vincere con buona autorità».

I PRIMI due set di questa nona giornata sono davvero un incubo per la squadra bresciana, con una ricezione al 9% e un attacco poco incisivo. Stessa cosa nel secondo set, tanto che Zambonardi è costretto (sul 15-20) a richiamare Bellei ed inserire Margutti per provare la rimonta con Cisolla opposto. Una mossa che non dà alcun frutto: 25-18. La sosta in panchina fa molto bene a Bellei che rientra nel terzo set completamente trasformato (4-1, 7-3, 9-5). Il Lagonegro è vigile, agguanta la parità con un ace del siciliano Boscaini (12-12), poi va in vantaggio con l’opposto Hodges (14-13). Sul 16-16 sono due errori consecutivi di Boscaini e un attacco di Bellei a riportare avanti il Brescia (19-17). Un ace di Esposito allunga il vantaggio (21-18).

La Centrale McDonald’s sente profumo di vittoria e non si lascia sfuggire l’occasione sfruttando i ritrovati Codarin e Bellei (25-20). Il match è praticamente riaperto e lo si vede ancora di più quando Brescia scappa sin dalle prime battute del quarto set (7-3). A metà, i padroni di casa si rifanno pericolosi (15-14), ma il duo Bellei-Cisolla rimette le ali al Brescia (18-15) che può andare a chiudere in scioltezza (25-18).

La Centrale McDonald’s sente ormai la partita in tasca. Prima Codarin, poi Mazzon e infine un muro di Esposito mettono a terra quattro palloni consecutivi che portano al cambio campo sull’8-4. Il Lagonegro tenta una timida rimonta (10-8), ma Bellei, Esposito e Cisolla allungano (14-9) e Brescia trova la vittoria al secondo match ball (errore di Boscaini in battuta) con il quarto posto in classifica. Oggi il ritorno a casa e mercoledì (ore 20.30) l’anticipo col Caloni Agnelli Bergamo al PalaSanFilippo.

Condividi la notizia