La Feralpi Salò
finisce la benzina
verde al traguardo

Gamarra sbaglia dagli 11 metriIl perentorio stacco di Lamin Jawo, che al 36’ del primo tempo regala il pareggio alla Feralpi Salò
Gamarra sbaglia dagli 11 metriIl perentorio stacco di Lamin Jawo, che al 36’ del primo tempo regala il pareggio alla Feralpi Salò (BATCH)
Sergio Zanca06.12.2017

MEDA (Monza e Brianza) L’avventura della Feralpi Salò in Coppa Italia di serie C si conclude negli ottavi. Dopo avere sconfitto un paio di settimane fa il Bassano in Veneto, stavolta cede il passo al Renate. Ancora una volta il verdetto è affidato ai tiri dal dischetto. I 90 minuti terminano infatti sull’1-1 (punizione di Gomez, replica di Jawo di testa). La parità non si schioda nemmeno nei supplementari. Rigori, quindi. Il Renate ne trasforma 4 su 5 (Livieri para il tentativo di Simonetti), mentre la Feralpi Salò ne sbaglia 2 su 4 (Turano e Hergheligiu implacabili, Gamarra fermato da Cincilla, e Bertoli alto), rendendo inutile l’ultimo tiro. Punteggio finale: 5-3. La squadra di Roberto Cevoli nei quarti, affronterà la vincente di Alessandria-AlbinoLeffe. SERENA conferma la formazione che si è ben comportata a Bassano. Una sola novità: Boldini al posto di Capodaglio. In attacco il possente Jawo e lo sgusciante Luche. Gamarra in regia. Il Renate, che in campionato vanta la migliore difesa dell’intera serie C (8 gol subiti), schiera Gomez, che in settembre, al «Turina», alla seconda di campionato aveva firmato il gol vittoria. È lui che cerca di sorprendere Livieri con un tiro da lontano, arcuato: il portiere vola e devia in angolo. Gomez è incontenibile. Al 10’ sbuca in area, e si presenta davanti a Livieri, che attende in piedi la conclusione, e respinge abilmente: senza esito la successiva ribattuta di De Micheli. Gomez, comunque, sblocca su punizione, concessa per fallo di Hergheligiu: il pallone colpisce la barriera, si impenna e termina all’incrocio. È il 24’. La Feralpi Salò pareggia al 36’, su angolo di Gamarra, deviato in acrobazia da Jawo. Prima dello scadere, un’incursione di Luche (fuori) e una di Jawo (tiro debole). Al 45’ Ungaro lascia partire un lungo traversone respinto dal palo.

NELLA RIPRESA il ritmo cala, e le occasioni diminuiscono. L’unico brivido lo procura il solito Gomez, su punizione fischiata per una scorrettezza di Gamarra ai danni di Mattioli: ribatte il palo. Supplementari. Serena richiama quasi subito il più esperto, Alcibiade, inserendo Lirli. Tantardini va a occupare il ruolo di centrale, a fianco di Marchetti. Ora sono 4 i Berretti in campo: Hergheligiu, dall’inizio, Bertoli, Crema (entrati nel secondo tempo) e Lirli. La difesa traballa, e ci pensa Livieri su Simonetti e Malgrati. Le due squadre sono stanche. Stupisce il fatto che in campionato, con le partite che finiscono al 90’, il regolamento consenta di effettuare 5 cambi, e in Coppa, dove spesso si arriva al 120’, solo 3. I ragazzini di Serena si battono bene e arrivano ai rigori. Dal dischetto il Renate è più freddo. La corsa della Feralpi Salò termina qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi la notizia