Donnarumma-Brescia:
sarà lui il nuovo
Caracciolo

Luca Tremolada, 27 anni: 12 gol in 42 gare con la maglia della TernanaIl terzino destro Aleš Matějů, 22 anni: arriva in prestito dal BrightonAlfredo Donnarumma, 27 anni, è il nuovo centravanti del Brescia: 38 presenze e 23 gol lo scorso anno
Luca Tremolada, 27 anni: 12 gol in 42 gare con la maglia della TernanaIl terzino destro Aleš Matějů, 22 anni: arriva in prestito dal BrightonAlfredo Donnarumma, 27 anni, è il nuovo centravanti del Brescia: 38 presenze e 23 gol lo scorso anno
Fabio Pettenò 10.07.2018

Alfredo Donnarumma è il nuovo centravanti del Brescia. Il lungo tira e molla tra la società di via Solferino e l’Empoli si è risolto ieri con il lieto fine: alla società toscana andranno 1,7 milioni di euro, mentre l’attaccante campano resterà legato al biancazzurro del Brescia per le prossime quattro stagioni. L’avvicinamento tra Donnarumma e il Brescia è andato di pari passo con l’allontanamento di Caracciolo, sempre più vicino alla firma con la Cremonese. Nella giornata di domani Donnarumma sarà in città per sostenere le visite mediche e mettersi così già a disposizione di David Suazo, che conta molto sulla sua prolificità dopo i 23 sigilli dell’ultima stagione di serie B con la maglia dell’Empoli (in 38 partite giocate). Intanto Andrea Caracciolo spalanca le ali per volare verso una nuova avventura: scaricato dal Brescia, e con la cocente amarezza per il mancato rinnovo del contratto, l'Airone potrebbe accasarsi alla Cremonese, società con la quale l’attaccante di origine milanese ha avuto un colloquio ieri. Un blitz annunciato nella giornata di domenica e prontamente avveratosi ieri con l'Airone che si prima incontrato con l’amico Simone Pesce, suo ex compagno di squadra ai tempi del Novara in serie A, che lo ha infarinato riguardo il progetto sportivo creato dal patron Giovanni Arvedi. Poi Caracciolo si è recato negli uffici della Cremonese. Ad attenderlo il ds Leandro Rinaudo e l'allenatore Andrea Mandorlini, che più di tutti sta spingendo per avere l'Airone. Una lunga chiacchierata, quella tra la dirigenza grigiorossa e l'attaccante milanese, nella quale è stato presentato l'obiettivo della prossima stagione: la scalata alla Serie A. Un obiettivo concreto stante le operazioni di mercato messe a segno fin qui dalla Cremonese: Leonardo Greco, Francesco Migliore e la conferma del prestito di Gaetano Castrovilli i biglietti da visita del club. L'ipotesi di lottare per la massima serie, la rivalsa nei confronti di chi non ha creduto in lui e la vicinanza da casa sono le armi messe sul piatto dalla Cremonese a favore di Caracciolo. L'attaccante vacilla prendendosi qualche ora per decidere con la risposta attesa nella giornata odierna. Un attesa che alimenta in parte il sogno della Feralpisalò che sogna di inserire Caracciolo come ciliegina sulla torta di un organico di per sé già forte e competitivo, pronto a puntare al salto in Serie B.

UN’OPERAZIONE vantaggiosa non solo dal punto di vista sportivo ma anche sotto l’aspetto mediatico: la presenza dell'Airone richiamerebbe il pubblico delle grandi occasioni per le gare casalinghe della squadra di Domenico Toscano. Vero è che si tratterebbe di un campionato di Serie C e non della cadetteria, valutazione che potrebbe contare nell'economia della scelta finale di Andrea Caracciolo. In mattinata è atteso un vertice tra le parti. Più difficile l'inserimento in questa corsa del Padova nonostante le insistenze del suo allenatore Pierpaolo Bisoli. L’arrivo di Alfredo Donnarumma in biancazzurro spegne le voci sul 31enne Matteo Ardemagni dell’Avellino. In difesa è ufficiale anche l’arrivo del ceco Aleš Mateju: l’ex Brighton sosterrà già in giornata le visite mediche di rito. L’operazione si è conclusa sulla base di un prestito con obbligo di riscatto per una cifra pari a 5 milioni di euro. Sempre di attualità Michele Cremonesi (Spal) ed Eros De Santis (Roma), obiettivi molto vicini. In mediana sondaggio per Luca Crecco della Lazio e Armando Vajushi dell'Avellino, con sorpasso deciso sul Carpi. Restano vive le strade che portano a Jacopo Petriccione del Bari e al coppia dell’Entella formata da Marco Crimi e Luca Tremolada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA