Colbrelli, un Gran
finale: c’è il poker
sotto la pioggia

Colbrelli solleva il trofeo del vincitore: una bella soddisfazione per il corridore valsabbinoLa gioia di Sonny Colbrelli: al Gran Piemonte ha collezionato la 26esima vittoria da professionista
Colbrelli solleva il trofeo del vincitore: una bella soddisfazione per il corridore valsabbinoLa gioia di Sonny Colbrelli: al Gran Piemonte ha collezionato la 26esima vittoria da professionista
Angiolino Massolini 12.10.2018

Sotto pioggia torrenziale e condizioni meteo da autunno inoltrato tiene fede al pronostico e cala il poker stagionale: Sonny Colbrelli ha vinto in volata il Gran Piemonte scattato da Racconigi e terminato dopo 191 chilometri a Stupinigi. In dirittura d’arrivo il «Cobra» ha piazzato la sua ruota davanti agli altri velocisti bravi nel guadagnare una manciata di metri sugli avversari a poche battute dal termine. In otto sono riusciti a precedere il resto dei concorrenti e questa volta il capitano della Bahrain Merida ha tenuto fede alle attese e sprintato come sa. Risultato? Vittoria netta su Florian Sènèchal, Davide Ballerini, Jhonatan Restrepo, Riccardo Minali. Quando fa freddo e piove Colbrelli si esalta e riesce davvero a fare la differenza: proprio come usano fare belgi e olandesi, e non per nulla quando corre in questi Paesi riesce sempre a ben figurare. Davvero un atleta ormai maturo che ogni anno riesce ad alzare sempre di più l’asticella. CON LA VITTORIA di ieri ha portato a quattro quelle del 2018 dopo aver primeggiato in una tappa al Dubai Tour e al Giro di Svizzera, nonché alla Coppa Bernocchi a Lissone. Da quando è passato professionista sei anni fa ha ottenuto ventisei successi, comprese le due challenge giovanili e quella assoluta in Coppa Italia e una cronosquadre. Bresciabici si attendeva un acuto di uno dei nostri corridori dal 1983, quando toccò a Guido Bontempi vincere e poi chiudere la saracinesca per preparare il matrimonio con Doriana Reccagni. Anche questa volta il vincitore di giornata era alla sua ultima corsa della stagione, perché tra qualche giorno diventerà padre per la prima volta: l’adorata Adelina darà alla luce infatti Vittoria, primogenita della coppia valsabbina. Sonny Colbrelli poco dopo l’arrivo vincente tiene a ringraziare il suo team: «I miei compagni di squadra sono stati fantastici nel chiudere sui soliti attaccanti di giornata. Nel finale Koren mi ha portato in poltrona fino a quattrocento metri dall’arrivo. Subito dopo è scattato Simion ma l’ho raggiunto e superato alla grande. Poi ho proseguito e sono felice per essere riuscito a vincere. Chiudere la stagione con una vittoria è davvero il top. Ci tenevo a salutare i miei tifosi con un primo posto. Adesso posso pensare la futuro. Tra pochi giorni diventerò padre: non vedo l’ora». QUATTRO VITTORIE, tanti secondi posti, due al Tour de France. Positiva la stagione? «Credo di sì, anche se troppe volte ho chiuso al posto d’onore. Però mi sono espresso a buoni livelli anche al cospetto dei big e questo per me è davvero un qualcosa di molto importante. Delle mie quattro vittorie ricordo con enorme piacere quella conseguita al Giro di Svizzera sotto un autentico nubifragio. In queste condizioni riesco a esprimermi davvero al massimo». Al Gran Piemonte hanno partecipato anche Michael Bresciani (Bardiani Csf), Mattia Frapporti (Androni Sidermec), Andrea Garosio (Bahrain Merida), Marco Frapporti (Androni SIdermec), Alessandro Tonelli (Bardiani Csf), i quali hanno concluso al trentesimo, quarantaduesimo, quarantanovesimo, sessantaseiesimo, 69esimo posto. Si è ritirato invece Simone Ponzi. •