Valverde si prende la tappa Kwiatkowski veste in rosso

Sprint finale di Valverde
Sprint finale di Valverde
27.08.2018

CAMINITO DEL REY (SPAGNA) Dodicesimo successo in questo 2018, il decimo alla Vuelta a Espana, il 140esimo di una carriera tra i professionisti che resta straordinaria anche alla veneranda età di 38 anni. Alejandro Valverde non la smette mai di stupire e, con forza e classe, ieri si è preso la seconda tappa, la prima in linea, la Marbella-Caminito del Ray di 163,5 chilometri con arrivo in salita. Il testa a testa con Michal Kwiatkowski è uno spettacolo e il polacco del team Sky non può che arrendersi: consolazione non certo magra è la maglia rossa di leader della classifica generale, strappata all’australiano Rohan Dennis, trionfatore del cronoprologo di sabato a Malaga e andato in crisi molto prima, come prevedeva il copione. Terza piazza per il belga Laurens De Plus (Quick- Step Floors), che aveva provato ad avvantaggiarsi dopo il triangolino rosso. «Al Tour non avevo le stesse sensazioni che alla partenza di questa Vuelta. Ho lavorato duramente e sono contento di essere tornato alla vittoria dopo qualche mese. Il mio primo obiettivo è arrivato, ora cercherò di interpretare al meglio il resto della corsa», il commento a caldo di Valverde. C’è subito la fuga di giornata al pronti e via. Scattano e trovano poi l’accordo per proseguire assieme Alexis Gougeard (AG2r-La Mondiale), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Pierre Rolland (Ef Education First-Drapac), Pablo Torres (Burgos-Bh), Jonathan Lastras (Caja Rural-Seguros Rga(Euskadi-Murias). •