Mareczko adesso non si ferma più

Jakub Mareczko esulta al traguardo della terza tappa del Tour Of Hainan
Jakub Mareczko esulta al traguardo della terza tappa del Tour Of Hainan
Angiolino Massolini31.10.2017

Jakub Mareczko non si ferma più: il velocista della Wilier Triestina Selle Italia si è affermato anche nella terza tappa del Tour of Hainan in Cina siglando la seconda vittoria consecutiva, undicesima dell’anno, trentaseiesima della carriera professionistica. In classifica generale con l’abbuono conquistato ha portato a 11” il vantaggio sullo spagnolo Jon Izaga Aberasturi, ieri secondo ma che nella prima tappa era riuscito a batterlo.

LA FRAZIONE è stata quantomai combattuta e difficile per via dei continui saliscendi che l’hanno caratterizzata. Per il corridore di Raffa di Puegnago abituato ad allenarsi in Valtenesi alle ruota della motocicletta del fido amico Mosconi, ex corridore di discreto valore, è stato un test attendibile che è riuscito a superare a pieni voti. Già nel Tour of Taihu Lake aveva dimostrato di essere migliorato sugli strappetti e puntuale è arrivata la conferma ieri. D’altronde se intende dare la caccia a successi di maggior prestigio deve per forza di cose riuscire a migliorare sempre di più quando la strada si alza sotto le ruote.

Rispetto alla tappa di domenica quando era stato comunque primo, ieri ha scelto una tattica differente: anzichè scattare da lontano ha atteso gli ultimi metri per inserire il rapporto più lungo a disposizione. «Oggi è stata una tappa davvero difficile perché abbiamo affrontato una serie di salitelle e successive discese senza soluzione di continuità. Abbiamo dovuto quindi correre con la testa e chiudere su ogni attacco. La mia squadra insieme a Bardiani Csf e Ukyo ha sempre coperto ogni buco e alla fine ci siamo giocati la vittoria nello sprint affollato». Il rettilineo d’arrivo rispetto al giorno prima si è rivelato completamente diverso: «In effetti gli ultimissimi chilometri sono stati caratterizzati da una salitella che abbiamo affrontato con grande sicurezza. È per questo motivo che ho atteso prima di scattare: ho deciso di farlo soltanto quando la strada ha spianato. Mi sono trovato davvero a mio agio e questo successo mi sprona a impegnarmi sempre di più in questa corsa che rappresenta il mio ultimo impegno della stagione». L’obiettivo è naturalmente quello di difendere il più possibile la leadership. «Certamente. Gli avversari però non mollano e mancano ancora tante tappe alla conclusione per cui sarà davvero dura. Però sono in forma e posso contare su magnifici compagni di squadra»

CON LA VITTORIA ottenuta ieri Mareczko si è portato a solo due lunghezze dal suo record stabilito nel 2015 quando concluse la stagione a quota tredici.

Marco Zanotti (Monkey Town) e Alessandro Tonelli (Bardiani) Csf hanno concluso al cinquantesimo e centocinquesimo posto mentre in classifica generale sono rispettivamente staccati di 26” e 27” da Jakub Mareczko.

Condividi la notizia