Ancora Damiano Cima: un terzo posto di valore

Damiano Cima sul podio della quarta tappa del Tour of China I
Damiano Cima sul podio della quarta tappa del Tour of China I
A.MASS. 12.09.2018

Bresciani protagonisti nel bene e nel male al Tour of China I: Damiano Cima (Nippo Fantini) si sta proponendo con grande continuità, mentre Jakub Mareczko (Wilier Triestina) alterna buone prestazioni ad altre meno fortunate. Nella terza giornata della corsa a tappe asiatica, Mareczko ha chiuso settimo, mentre il velocista di Malocco di Lonato è giunto quattordicesimo, confermando però il settimo posto in classifica generale. Ieri, nella quarta tappa vinta a Shijang dall’italiano Jacopo Mosca, compagno di squadra di Mareczko, il routier-sprinter della Nippo Fantini ha centrato la medaglia di bronzo alle spalle di Sam Crome. Prestazione sicuramente molto positiva che gli ha permesso di conquistare il quarto podio stagionale, in soli otto giorni. Dopo aver vinto la prima tappa e la classifica finale del Tour of Xingtai sempre in Cina, ed aver ottenuto la seconda piazza nella terza e ultima giornata di gara, ieri è salito sul terzo gradino del podio. Con il piazzamento di ieri ha certificato il suo ritorno a buoni livelli, e quasi certamente saprà farsi apprezzare anche nelle prossime tappe che si appresta a correre con la possibilità financo di lottare per la zona podio finale. La tappa di ieri, molto breve con il suo percorso di circa 70 chilometri, è stata caratterizzata da una fuga guidata da Kevin Rivera e dall’inseguimento del gruppo condotto dalla squadra del leader la Manzana Postobon. Nel finale scatti e controscatti con un ottimo lavoro di Alan Marangoni in chiusura che ha permesso ai compagni Damiano Cima e Hayato Okamoto di provare lo sprint, con il bresciano ottimo terzo. Sfortunatissimo invece Mareczko, il quale ha rotto la bicicletta a una trentina di chilometri dall’arrivo. È riuscito a rientrare sul gruppo ma quando pensava di poter lottare per la vittoria è stato tamponato da un avversario e a quel punto ha desistito. Non è certamente un periodo fortunato per il corridore di Puegnago sul Garda. Ha le qualità però per tornare in alto perché le sue doti di velocista non si discutono. Oggi quinta tappa: sarà l’occasione buona per celebrare un doppio podio? • © RIPRODUZIONE RISERVATA