«Ce la siamo giocata fino in fondo»

L.M.09.04.2018

Quando si perde all’ultimo respiro, il boccone è sempre difficile da mandar giù. Eppure, sulla panchina della Centrale, lo spirito di fine partita è positivo. Si scorgono sorrisi per una stagione positiva e una partita combattuta, alla faccia di chi pensava che, vista la gara di mercoledì scorso, non ci fossero più speranze. E da questo spirito riparte Lorenzo Codarin, probabilmente uno dei migliori centrali che Brescia abbia visto negli ultimi anni, «ABBIAMI sbagliato completamente la gara d’andata e questo forse ci ha condizionato - rivela -. Loro sono una squadra fortissima e non hanno mai mollato, spero arrivino lontano, ma noi ce la siamo giocata fino all’ultimo». E se gli si chiede cos’è mancato, tra andata e ritorno, non cerca capri espiatori: «Nel secondo e quarto set potevamo fare meglio, soprattutto in ricezione, ma non recrimino nulla, né alla squadra, che ha dato tutto, né al pubblico, che ha fatto il settimo uomo in campo. All’inizio dell’anno nessuno avrebbe pronosticato che saremmo arrivati ai play-off. Sognavamo di andare avanti, ma anche così rimane il ricordo di una stagione indimenticabile». •