Candreva anima l’Italia
Azzurri teste di serie
Ma quanta sofferenza

L’esultanza di Antonio Candreva, autore del gol della vittoria dell’Italia in casa dell’AlbaniaGian Piero Ventura, commissario tecnico azzurro
L’esultanza di Antonio Candreva, autore del gol della vittoria dell’Italia in casa dell’AlbaniaGian Piero Ventura, commissario tecnico azzurro (BATCH)
10.10.2017

SCUTARI

L’Italia sarà testa di serie ai playoff per i Mondiali di Russia. Serviva una vittoria. Necessaria, arrivata dopo qualche ansia di troppo. Respira Ventura dopo il gol di Candreva, colpo d’autore in un’altra serata complicata. Soffrendo e stringendo i denti. Ventura torna al 4-2-4, piazza Eder vicino ad Immobile, con Candreva a destra ed Insigne a sinistra. Una punta centrale il più lascia spazio in panchina a Roby Inglese, bomber del Chievo in tribuna con la Macedonia. Hysaj (3’) chiama all’intervento Buffon, prologo a minuti in cui l’Albania mostra una faccia parecchio propositiva. Un destro di Grezda dà qualche altro pensiero a Buffon, l’Italia si vede con uno spunto (12’) comunque poco pericoloso di Insigne ma soprattutto con l’azione (21’) che libera Immobile davanti a Berisha, seppur da posizione defilata. Il portiere dell’Atalanta si oppone col petto. L’Albania torna a farsi vedere nell’area azzurra (27’) col sinistro di Sadiku bloccato sul primo palo da Buffon. La partita è tattica e vive soprattutto di fiammate. Insigne e Immobile (31’) non chiudono un promettente triangolo. Sbuffa Ventura, perché la manovra dell’Italia va via via addormentandosi senza nemmeno le giocate di Insigne ben controllato da Hysaj, compagno di squadra al Napoli. Protesta anche Ventura quando il servizio di Eder per Immobile (40’) viene intercettato da un intervento di Veseli per gli azzurri con un braccio. Si scalda Immobile, suo (45’) il destro che va sull’esterno della rete senza impensierire Berisha. Intervallo, senza recupero. Il ritorno in campo non è granché, dopo un minuto Roshi impegna Buffon che coi pugni devia in angolo. Col tempo l’Italia trova gli spunti di Candreva, ma al 16’ il pallone buono ce l’ha Eder che però spara altissimo. L’Italia rischia qualcosa, ma al 28’ ci pensa Candreva a scacciare i fantasmi proprio nella sua cinquantesima gara azzurra, bravo a sparare di destro sotto la traversa un traversone di Spinazzola. Non è finita, perché l’Albania è sempre viva. Latifi crea scompiglio in area, ma Chiellini è attentissimo. Tre minuti di recupero. Bonucci (46’) si immola su Hysaj, dall’altra parte del campo (47’) Immobile e Candreva si divorano il raddoppio. Finisce così. Ora il doppio spareggio.

Condividi la notizia