Domani la ripresa
Prove in vista di Carpi

Alexis Ferrante contro l’ex Domizzi in Brescia-Venezia
Alexis Ferrante contro l’ex Domizzi in Brescia-Venezia
06.11.2017

E chissà se domenica prossima, a Carpi, Pasquale Marino deciderà di giocarsi la stessa formazione delle ultime uscite, quella varata con il 3-4-2-1, o se apporterà qualche variazione.

Le prove tecniche prenderanno forma a cominciare dalla ripresa degli allenamenti prevista domani pomeriggio al centro sportivo San Filippo.

Biagio Meccariello è convalescente, quindi in difesa la novità può essere rappresentata dal ritorno fra i disponibili al cento per cento di Mauro Coppolaro (tre panchine di fila).

Qualora ripartisse da Somma-Gastaldello-Edoardo Lancini, l’allenatore del Brescia potrebbe variare qualcosa sulle fasce. Portando da sinistra a destra Furlan (che è destro di piede), per rilanciare a sinistra Longhi o Nicola Lancini, ormai riarruolato (l’escluso sarebbe Cancellotti). I mediani dovrebbero essere sempre Bisoli e Martinelli.

IN ATTACCO, nessun dubbio per Caracciolo: se sta bene, gioca. È la regola di Marino, ripagata dall’Airone coi fatti. Nessun dubbio su Machin, il più fantasioso e imprevedibile, valorizzato dal ruolo di trequartista. Ferrante, una punta che sa adattarsi, può essere riproposto. Ma ci sono altre opzioni in campo: dal rilancio di Torregrossa, ormai recuperato, alla chance che Cattaneo finora dal 1’ non ha mai avuto (neanche il predecessore di Marino, Roberto Boscaglia, era stato dell’idea), passando per un utilizzo da titolare di Rivas.

UN ALTRO modulo è possibile (per esempio il 4-3-3), ma in questo momento sarebbe difficile trovare una collocazione migliore per Machin, che così schierato può fare la differenza.

Condividi la notizia