Centro sportivo del
Brescia: obiettivo
inizio lavori a marzo

L’area in via Donatori di Sangue a Torbole Casaglia candidata alla costruzione del centro sportivo
L’area in via Donatori di Sangue a Torbole Casaglia candidata alla costruzione del centro sportivo
Vincenzo Corbetta09.11.2017

Il progetto del centro sportivo del Brescia accelera: entro fine mese l’Amministrazione comunale di Torbole Casaglia, guidata dal sindaco Roberta Sisti, darà una risposta alla manifestazione d’interesse firmata da Massimo Cellino il 30 ottobre sull’area di via Donatori di Sangue, individuata dal patron come ideale per costruirci la nuova «casa» biancazzurra. Una struttura che dovrebbe comprendere 5-6 campi, la foresteria per ospitare i giovani che vengono da fuori provincia e la Club House.

E se la risposta del Comune della Bassa sarà positiva, per rispettare i tempi che lo stesso numero uno del Brescia ha fissato più volte («Entro la fine di questo campionato ci alleneremo nel nostro centro sportivo», le sue parole), si stima che i lavori inizieranno in marzo. Pochi mesi, dunque. Cellino è convintissimo e, quando tornerà dagli Stati Uniti dove si trova tuttora, si occuperà direttamente del progetto.

L’area di via Donatori di Sangue è adiacente al polo scolastico e, dal 2004, è di proprietà comunale. Le passate Amministrazioni di Torbole Casaglia avevano pensato di destinarla a una cittadella dello sport, un progetto faraonico mai realizzato.

L’AMMINISTRAZIONE attuale, invece, intende mantenere la sede della storica Polisportiva, sorta nei primi anni ’70, in via Mazzocchi, una vera e propria istituzione del paese con calcio, pallacanestro, pallavolo, ciclismo, pesca, tennis, bocce e tiro con l’arco. E ha aperto la trattativa con Cellino, convinta com’è che l’arrivo del Brescia Calcio sia un’opportunità per tutta la comunità.

Riassumendo: entro fine mese la risposta del Comune alla proposta di Cellino. A quel punto, se la risposta sarà positiva, verrà emesso un bando al quale parteciperanno i soggetti interessati, in questo caso il Brescia. E l’iter si metterà definitivamente in moto.

Il Comune di Torbole Casaglia darà il terreno in concessione a Cellino per un certo numero di anni, in conformità con il Pgt (Piano generale territoriale) e con le norme urbanistiche.

Cellino è già stato più volte a Torbole. Lo ritiene il posto adatto per il centro sportivo del Brescia, anche per la sua posizione molto favorevole. Via Donatori di Sangue è a 100 metri dalla sede del Municipio. E Torbole Casaglia, in condizioni di traffico normale, è a una decina di minuti di auto da Brescia (partendo da via Orzinuovi; la distanza: 5,8 chilometri) percorrendo le provinciali IX e 235.

LA SUA POSIZIONE è strategica. Torbole Casaglia, infatti, è servita dalla Corda Molle ed è a 2 chilometri dal casello autostradale della BreBeMi. Anche per chi viene da fuori, dunque, è facilmente raggiungibile.

In paese ci sono attesa e curiosità. Torbole Casaglia vive di calcio e ha un’alta concentrazione di tifosi biancazzurri. Nel bar della Polisportiva campeggiano le maglie di Valotti e Stankevicius insieme a quelle di campioni di Inter (Maicon), Milan (Kakà) e Juventus (Zidane, Marchisio). E una delle foto ai muri ritrae i giocatori del Torbole e del Brescia insieme prima di un’amichevole giocata alla Polisportiva negli anni ’90: tra i biancazzurri c’erano tra gli altri Hubner e Kozminski. Tra pochi mesi potrebbe diventare fissa la presenza di Caracciolo, Gastaldello e Minelli.

Condividi la notizia