Cellino e l’isola che
non c’è: a Brescia
un nuovo Cagliari?

Daniele Dessena, ora nel mirino, un anno fa con Racine Coly: pace fatta due anni dopo il grave infortunio
Daniele Dessena, ora nel mirino, un anno fa con Racine Coly: pace fatta due anni dopo il grave infortunio
Fabio Pettenò 13.06.2018

Quello che Massimo Cellino ha in testa è un Brescia di forte impronta sarda. Non si tratta di supposizioni ma di tangibili ed evidenti segnali che arrivano da via Solferino. La presenza di Francesco Marroccu come direttore, la scelta di David Suazo come allenatore, le trattative e i nomi al vaglio per rinforzare la squadra. Nelle ultime ore si sarebbe aperta una pista legata a tre possibili obiettivi provenienti dal Cagliari. Si tratta dell'attaccante Marco Sau, del centrocampista Daniele Dessena e del difensore Fabio Pisacane. Un tris d'assi pronto ad essere calato per rinforzare ogni reparto della squadra con il Brescia pronto ad approfittare della non incedibilità dei giocatori in forza alla società di Giulini. Tre calciatori con tre storie legate al presente e passato bresciano. Marco Sau è da tempo nel mirino. Attaccante centrale all'occorrenza seconda punta, classe ’87, già pupillo di Cellino. Nell'estate del 2011 Sau era in procinto di trasferirsi a titolo definitivo al Foggia dopo un anno di prestito dal Cagliari: affare sfumato per il mancato versamento di fidejussioni con Cellino, allora patron dei rossoblù, a riprendersi il cartellino mettendo in mora il club foggiano. Per Sau quest'anno in A 28 presenze e 2 gol. Daniele Dessena, centrocampista dell'87, riporta alla memoria il bruttissimo infortunio subìto allo stadio Rigamonti. Era il 28 novembre 2015. Sotto accusa finì il durissimo intervento di Racine Coly. A stemperare il tutto, nel giorno del tracollo del Brescia al Sant'Elia al ritorno, un secco 6-0, fu l'abbraccio tra i due nel tunnel degli spogliatoi. Da quel terribile infortunio Dessena si è ripreso disputando quest'anno 18 partite con un gol. Sau e Dessena, insieme, sono stati inoltre protagonisti nella stagione 2015-16 dell'immediata risalita del Cagliari dalla B alla A. Per Fabio Pisacane il Brescia sarebbe quasi un déjà vu. Ex del Lumezzane, dopo essersi affermato in Serie B con Ternana e Avellino il difensore classe '86 ora al Cagliari è pronto a recitare un ruolo da protagonista in una squadra di B con grandi ambizioni. ALLA COLONIA di giocatori provenienti dalla terra del patron Cellino e del ds Marroccu potrebbe unirsi anche Salvatore Burrai. Il mediano, 31enne del Pordenone, è stato inserito nella lista degli obiettivi per la mediana considerando le attenzioni sempre maggiori del Chievo Verona per Dimitri Bisoli, conteso anche da Sampdoria e Genoa. Per l'attacco in standby l'arrivo di Luca Miracoli: da definire c'è ancora il futuro di Andrea Caracciolo. Tra le ipotesi per l'attacco rimane viva quella che conduce a Matteo Ardemagni (87') dell'Avellino. Sempre più vicino l'approdo in biancazzurro di Luca Tremolada: sarà lui, salvo sorprese, il nuovo trequartista della squadra allenata da David Suazo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA