Brescia, porta
girevole Minelli
-Marino a La Spezia

Stefano Minelli, 24 anni:  il portiere bresciano ha difeso la porta biancazzurra in 134 occasioniIl presidente biancazzurro Massimo Cellino, 61 anniGiancarlo Malcore:  21 presenze e 6 gol nell’ultima stagione a Carpi
Stefano Minelli, 24 anni: il portiere bresciano ha difeso la porta biancazzurra in 134 occasioniIl presidente biancazzurro Massimo Cellino, 61 anniGiancarlo Malcore: 21 presenze e 6 gol nell’ultima stagione a Carpi
Fabio Pettenò 19.06.2018

Calma apparente. È quella che regna tra le mura del Brescia Calcio. Massimo Cellino si è concesso ancora qualche ora di relax nella sua terra, la Sardegna, prima di tornare in città per iniziare a formalizzare e chiudere alcune importanti trattative. Sul tavolo del massimo dirigente sono numerosi i fronti aperti da chiudere prima di consegnare nelle mani di David Suazo la rosa per la prossima stagione. Il direttore generale e sportivo Francesco Marroccu è stato avvistato ieri a Milano per la definizione delle comproprietà e per incontrare società e procuratori. L'obiettivo dichiarato del Brescia per il mercato in essere e in divenire: una rosa di qualità caratterizzata da giovani di valore da far crescere e giocatori di categoria. In quest'ottica si inseriscono le prime due operazioni praticamente già concluse e solo da formalizzare. Dopo il rifiuto di Milinkovic Savic del Torino (non vuol scendere di categoria), il Brescia si è assicurato le prestazioni di Enrico Alfonso, estremo difensore proveniente dal Cittadella. Sarà lui il nuovo guardiano della porta dopo la rottura con Stefano Minelli: il numero uno di Virle rimane in attesa di conoscere la sua prossima destinazione in carriera, con lo Spezia ad aver manifestato un forte interesse nei suoi confronti. E in Liguria Minelli ritroverebbe Pasquale Marino, già suo allenatore nella passata stagione a Brescia. Contratto già firmato anche per l'attaccante Marcus Antonsson del Leeds.

IN TEMA di punte, nulla di nuovo sul fronte Andrea Caracciolo. L'Airone, in vacanza con la famiglia a Stintino, non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte del club in merito ad una proposta di rinnovo contrattuale per un altra stagione. Un'attesa che pare destinata a protrarsi, considerate le alternative valutate in questi giorni dalla dirigenza. L'ultima in ordine di tempo è la candidatura di Giancarlo Malcore del Carpi: 21 presenze e 6 gol nell'ultima stagione. Il sogno per il reparto avanzato porterebbe dritto a Marco Sau del Cagliari, che però non vorrebbe lasciare la Sardegna. Tanto meno la Serie A.

LE OPZIONI al vaglio portano a Matteo Ardemagni, Andrea La Mantia, Gaetano Monachello. Per Luca Tremolada l'inserimento del Benevento ha destabilizzato i piani di Cellino e Marroccu, con i campani ad offrire un ingaggio superiore rispetto ai biancazzurri. Il trequartista di scuola Inter a giorni svelerà il proprio futuro non appena tornerà dalle vacanze. Così aveva assicurato a Francesco Marroccu al telefono, così ha spiegato anche l'agente del calciatore in forza alla Ternana. Per non farsi trovare impreparato in caso di risposta negativa di Tremolada, il Brescia ha riallacciato da giorni i rapporto con il Genoa per Leonardo Morosini (su di lui è forte il pressing del Pescara). Piace Gaetano Castrovilli della Fiorentina, in prestito lo scorso campionato alla Cremonese, mentre sembra essersi allentata la presa per Salvatore Burrai del Pordenone, vicino alla Salernitana. In difesa per colmare la lacuna sulla corsia di destra si pensa al ritorno di Gaetano Berardi dal Leeds, mentre sulla fascia opposta rimane in attesa di una chiamata dalla società anche Alessandro Longhi, sotto contratto per un anno ma in bilico. • © RIPRODUZIONE RISERVATA