Brescia, esame
di francese per una
laurea in storia

Gianpiero Piovani, 49 anni: prima stagione al Brescia FemminileLa fantasista Cristiana Girelli, 27 anni, in azione nella gara di ritorno dei sedicesimi contro l’Ajax FOTOLIVE
Gianpiero Piovani, 49 anni: prima stagione al Brescia FemminileLa fantasista Cristiana Girelli, 27 anni, in azione nella gara di ritorno dei sedicesimi contro l’Ajax FOTOLIVE
Alberto Giori08.11.2017

È arrivato il momento dell'esame di francese per un Brescia che in Europa si trova a suo agio più di uno studente Erasmus e non vuol fermare il proprio viaggio per il vecchio continente. Oggi alle 15 la squadra di Gianpiero Piovani vuol provare a stupire ancora una volta contro le vice campionesse di Francia del Montpellier nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions. Cristiana Girelli e compagne sfidano una delle formazioni in ascesa del panorama europeo.

Se nel turno precedente contro l'Ajax il Brescia ha mostrato carattere e determinazione, nel confronto con le transalpine bisognerà far valere anche le proprie doti tecniche e tattiche per non rischiare di essere travolte dalla velocità e atletismo delle giocatrici del Montpellier: «Sappiamo benissimo che questo è un avversario ancora più forte rispetto all'Ajax - avverte Piovani - ma sono convinto che la squadra abbia tutte le carte in regola per giocarsi fino in fondo il passaggio del turno. Abbiamo studiato molto bene le caratteristiche della squadra francese e non vogliamo assolutamente farci trovare impreparati. Nelle sfide su 180 minuti la gara di andata è sempre la più delicata e giocando in casa dobbiamo evitare di subire gol». Impresa non semplice contro una squadra che dopo l'exploit della scorsa stagione, che gli ha permesso di chiudere il campionato al secondo posto davanti a uno squadrone come il Paris Saint Germain, si sta confermando ad altissimi livelli anche quest'anno.

IL MONTPELLIER è terzo in classifica in Francia dopo la sconfitta di sabato proprio contro il Psg per 3-1, che ha permesso alle parigine di scappare a + 4 proprio sulla formazione allenata da Jean Louis Saez. Una spinta in più per cercare gloria in Europa. Nel turno precedente di coppa il Montpellier ha dato un'altra prova di forza ribaltando nella gara di ritorno con un 2-0 la sconfitta per 0-1 subita in casa contro le russe dello Zvezda.

Per scrivere un'altra pagina di storia dello sport bresciano Gianpiero Piovani non ha intenzione di snaturare la propria squadra. Nella sfida del «Saleri» le biancazzurre punteranno sul consueto 3-5-2 con Di Criscio e Mendes che si dovrebbero giocare un posto accanto a Fusetti e a Hendrix in difesa. A centrocampo Giugliano dovrebbe essere il regista, mentre oltre a una Girelli a tutto campo come contro l'Ajax l'altro posto dovrebbe toccare a Daleszczyk, con Heroum pronta a entrare a partita in corso. Sulle fasce oltre alla solita Bergamaschi ci dovrebbe essere spazio per il carisma di Sikora. Davanti, impossibile non affidarsi alla coppia composta da Sabatino e Giacinti.

«Per questa gara di andata nelle mie scelte ho deciso di dare priorità all'esperienza rispetto a tutto il resto - ammette Piovani alla vigilia - poi c'è sempre la possibilità di cambiare la partita con dei cambi e chi è in panchina può essere decisiva in ogni momento. L'avversario è forte, ma noi non vogliamo cambiare il nostro modo di stare in campo e di proporre il nostro calcio. Il nostro atteggiamento farà la differenza e se sapremo approcciarci alla partita nel modo giusto sono sicuro che potremo creare delle difficoltà al Montpellier». Per provare a passare con la lode anche questo complesso esame di francese.

Condividi la notizia