Virtus Brescia, un pieno di rimpianti

Elhadji Thioune: otto punti a referto per la Virtus Brescia
Elhadji Thioune: otto punti a referto per la Virtus Brescia
Federico Bertoni05.11.2017

Mai ci erano andati così vicino! 72-73 a 2 minuti dalla fine, ma purtroppo la Virtus Brescia non ha la maturità e l’esperienza necessaria per portare questa partita a casa.

Così la Seriana piazza il parziale decisivo, approfittando della giovane età della squadra bresciana. Ma il risultato è bugiardo: finalmente la Virtus dimostra di saper stare in campo e giocare con la testa e il cuore. Ma rimangono il rammarico e la delusione per chi era in prossimità dello striscione della vittoria per la prima volta in campionato, ma anche grande fiducia per il proseguo della stagione: i progressi sono evidenti.

Parte male la Virtus, che sbaglia atteggiamento e molti tiri con inevitabili basse percentuali. Stessa storia nel secondo quarto, troppi errori e palle perse con i padroni di casa che allungano: +15 all’intervallo lungo.

Negli spogliatoi coach Alberti striglia i suoi. L’atteggiamento del primo tempo è completamente sbagliato, d’obbligo cambiarlo. A quanto pare le sue parole sono più che ascoltate. Nel terzo quarto la Virtus riapre la gara e avvicina il Seriana basket a sole 2 lunghezze.

PER IL BRESCIA nel terzo periodo ben 30 punti, con Giovanni Veronesi protagonista, aiutato da Dalla Longa e Mensah: triple e giocate sono essenziali per questa rimonta. L’ultimo quarto inizia ancora meglio per la Virtus, che riesce a giocare sul lungo Elhadji e a trovare punti da sotto. Inizia a giocare al massimo tutti i giocatori e la rimonta è completa: 72-73 a 2 minuti dalla fine.

Ma a quel punto la Virtus paga dazio all’inesperienza: molti errori, individualità, forzature e palle perse. Seriana che allora ne approfitta per piazzare il parziale decisivo con Scusa e Piantoni per portare i 2 punti a casa.

Per il coach Alberti c’è grande rammarico perché secondo lui era l’occasione giusta per sbloccarsi e portare a casa i 2 punti, anche se in trasferta. Da rivedere le percentuali al tiro, soprattutto ai liberi: un raccapricciante 27/44 che influisce sul risultato finale.

Condividi la notizia