La Feralpisalò
tiene vivo il
sogno Caracciolo

Andrea Caracciolo, 36 anni: con il Brescia 173 reti in 399 gareSimone Guerra, 28 anni, bomber della Feralpisalò: lo vuole l’Ascoli
Andrea Caracciolo, 36 anni: con il Brescia 173 reti in 399 gareSimone Guerra, 28 anni, bomber della Feralpisalò: lo vuole l’Ascoli
Sergio Zanca 11.07.2018

Stamattina la Feralpisalò si raduna allo stadio «Turina», coltivando il sogno Andrea Caracciolo: «È un ottimo giocatore, ancora in forma - sostiene il direttore dei verde blu Gianluca Andrissi, reduce dall’ennesima giornata trascorsa nella sede milanese del mercato -, ma per noi è fuori portata. Lo vogliono numerose società di B. Nel calcio, comunque, tutto è possibile». Un Airone che molti vorrebbero veder volare tra i gabbiani del lago. Ma alle sue calcagna ci sono numerose squadre: Padova, Spezia, Ascoli e, soprattutto, Cremonese, la più tenace nel volerlo, tanto da avere lasciato libero proprio ieri il centravanti Andrea Brighenti, 30 anni, il capitano dei grigiorossi, dal 2013 nella città del Torrazzo, autore tra i professionisti di 113 gol, da tempo tra gli obiettivi della Feralpisalò. Nel frattempo continuano a piovere le richieste per le punte Simone Guerra (nelle ultime ore l’Ascoli ha bussato con testardaggine), Andrea Ferretti e Mattia Marchi. Il tridente si è messo in particolare evidenza, e di conseguenza rimarrà a lungo sotto la luce dei riflettori. Andrissi sta effettuando una serie di valutazioni in merito all’età dei componenti della rosa. Non dovranno esserci più di 14 over (nati entro il 31 dicembre ’95), oltre a un giocatore bandiera, con almeno quattro anni nella stessa società: è il caso del terzino Riccardo Tantardini, che ha firmato un biennale, mentre il centrale Alessandro Ranellucci cercherà un’altra sistemazione. La conclusione delle operazioni di mercato riguardanti la serie A e la B avverrà venerdì 17 agosto, una settimana prima della C, e in quei 7 giorni molti elementi di buon livello, rimasti senza contratto, accetteranno di scendere di categoria. Parecchie società colmeranno quindi i buchi in extremis.

INTANTO la società ha convocato per stamattina tutti i calciatori sotto contratto, inclusi coloro che nei prossimi giorni dovrebbero essere ceduti. È il caso dei centrocampisti Guido Davì, 27 (originario di Palermo, ex Juve Stabia e Bassano, ultimo campionato in prestito alla Sicula Leonzio di Lentini, in Sicilia, ora richiesto dalla Reggina), e Paolo Capodaglio, 32, tenuto d’occhio da Viterbese e Pisa. O i giovani Nicola Luche, ala, 20, al quale sono interessate sia Pro Patria che Renate, e Ruiz Sebastian Gamarra,regista, 21, ex Primavera del Brescia e del Milan, una presenza nella nazionale della Bolivia. Ai grandi sono stati aggregati cinque giocatori della Berretti che lo scorso mese di giugno hanno conquistato il titolo italiano di Lega Pro. Si tratta di Andrea Valtorta, portiere, Davide Piazza, difensore, Denis Hergheligiu, centrocampista (è l’unico del ’99, gli altri sono del 2000), Leonardo Moraschi e Alessandro Turlini, attaccanti. Hergheligiu (2 presenze in coppa Italia di serie C) è di Chiari, e Moraschi (1) di Capriolo, i 3 compagni sono di Brescia città. Avranno l’opportunità di mettersi in mostra. Stamattina i giocatori cominceranno a effettuare le visite mediche a gruppetti. I preparatori atletici rileveranno i dati di ciascuno. Alle 11.30 è prevista la conferenza stampa dell’allenatore Domenico Toscano. Dopo i primi giorni di lavoro sul campo di Salò, lunedì la truppa si trasferirà a Mezzana-Marilleva, a quota 900. È l’ottavo anno consecutivo che i verde blu vanno in questa località della Val di Sole, in Trentino, ospiti dell’hotel Sporting Ravelli. L’amichevole di maggior spessore tecnico: contro la Sampdoria di Marco Giampaolo, ex Brescia, sabato 21, a Temù, ore 17.30. Rientro in sede: il 29 luglio. Il giorno successivo il debutto in Coppa Italia Tim.

© RIPRODUZIONE RISERVATA