Il ritorno di Poma fa ripartire l’Orsa Iseo

Riccardo Poma, tecnico dell’Orsa Iseo Intramedia: vittoria al debutto
Riccardo Poma, tecnico dell’Orsa Iseo Intramedia: vittoria al debutto
Alessandro Maffessoli24.10.2017

«Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano». Quattro anni dopo l’ultima gara da giocata da difensore e capitano il cuore gialloblù di Riccardo Poma è tornato a battere. Dal campo alla panchina con la grande soddisfazione di aver debuttato nel migliore dei modi, grazie alla vittoria strappata contro l’Orceana.

Un successo che rimette la formazione sebina in perfetta linea con l’obiettivo stagionale rappresentato dalla salvezza e che al tempo stessa regala grandi emozioni al nuovo allenatore iseano. «Sono molto contento di essere tornato e di aver esordito con i tre punti - analizza Poma -. Dopo gli anni vissuti qui da giocatore ho avuto modo di ritrovare e riabbracciare figure che mi avevano accompagnato nel precedente percorso: penso al presidente Corrado Baroni, allora inserito nello staff dirigenziale della società, o di Giancarlo Maffezzoni, direttore sportivo col quale ora mi confronto in maniera diversa considerando il ruolo che ricopro».

Le prime indicazioni e i primi giorni da allenatore hanno permesso all’Orsa Iseo di ritrovare la giusta verve, riprendendo il cammino verso la salvezza. «La squadra ne aveva bisogno per la classifica e per ritrovare quella fiducia che sarà una componente fondamentale per la nostra corsa alla salvezza. Con l’Orceana siamo stati anche fortunati e abbiamo vinto grazie all’invenzione di Valente. In questo momento non possiamo essere brillanti anche a causa di alcune defezioni importanti e di giocatori non ancora al top della condizione. Per questo motivo credo che questa Orsa debba scendere in campo con la giusta grinta e determinazione contro ogni avversario, mostrandosi più pratica e concreta. In questo momento più che al lato estetico vorrei vedere una squadra compatta a livello difensivo, capace di concedere poco e di ripartire pungendo».

BENE i tre punti ma c’è ancora da crescere. «Decisamente. La squadra è composta da buoni giocatori, ma dobbiamo lavorare tanto per creare un trend positivo di risultati. Dobbiamo crescere sotto l’aspetto dell’approccio alla partita e della fiducia, anche se vincere aiuta ad alzare il morale e a prendere consapevolezza delle proprie qualità». Sabato sera l’anticipo col Valcalepio sarà il primo importante banco di prova in questo senso. «Un appuntamento al quale stiamo già lavorando per iniziare a dare continuità ai risultati».

Condividi la notizia