Vincenzo Regis, grande salto con ironia

Vincenzo Regis: oggi riceve il premio Teatro della Città 2015
Vincenzo Regis: oggi riceve il premio Teatro della Città 2015 (BATCH)
13.11.2015

Alessandro Faliva

Dal web al grande teatro, il passo è davvero breve se ti chiami Vincenzo Regis. Un fenomeno che può spingersi senza paura al punto di affrontare l’immensità del Pala Banco di Brescia.

Più di 120 spettacoli con oltre 200mila spettatori, stella dei social network capace anche di riempire le piazze della provincia: l’intrattenitore bresciano, originario di Bedizzole ma residente a Desenzano del Garda, dopo aver ricevuto il premio «Teatro della città 2015» nel pomeriggio, sarà protagonista alle 21 nel suo «Ti seguo sempre», one-man-show nuovo di zecca in cui non solo prenderanno vita i personaggi dei suoi video, ma verranno raccontati aneddoti di tradizione, costume e società. Una sceneggiatura inedita che vuole in parte sganciarsi dai cliché del «pota» e del dialetto bresciano (non a caso la forma definitiva dello spettacolo si tradurrà nel «Non solo pota tour») per acquistare un respiro nazional popolare. Un passo avanti necessario per guardare oltre l’orticello domestico, iniziato con la partecipazione al laboratorio di Colorado, su Mediaset.

«LO SPETTACOLO avrà la forma di un monologo dal ritmo serrato, in cui a farla da padrone sarà sempre la frenesia lombarda supportata però stavolta dall'introduzione sul palco di cimeli tecnologici del passato, vecchi computer, arcaici videogame, autoradio e altri oggetti che suscitano inevitabile malinconia», conferma lo showman, che si destreggerà in un monologo sull'evoluzione dell'individualismo tecnologico dalla fine degli anni Settanta a oggi. Le esasperazioni 2.0 saranno lo spunto per scoprire un altro aspetto di Regis, che con l'arma dell'ironia attinge dal passato per interpretare il presente e leggere i segni del futuro.

Costo dei biglietti 12 euro (poltronissima) e 9 euro (poltrona secondo settore e tribuna). Informazioni: www.palabancodibrescia.com.