Il ritorno di «Vers e Us» fra il teatro e la torre

Michele D’Aquila: il 3 marzo
Michele D’Aquila: il 3 marzo
03.11.2017

Il ricordo di Cesare Zanetti aprirà domani la nuova stagione di «Vers e Us» a Lumezzane tra il teatro Odeon e la torre Avogadro. Prima che si alzi il sipario sui 22 appuntamenti di musica, dialetto e danza proposti dalle associazioni locali e in programma fino a giugno, tutti alle 20.45, sarà consegnato ai migliori interpreti dell'ultima rassegna la prima edizione del premio che prende il nome dal compianto attore e regista valgobbino scomparso nel 2006. L’artista che ha sempre sognato una compagnia di teatro stabile a Lumezzane. A riceverlo, a pari merito, sono Mirella Prandelli della compagnia PentaDramma e Ludovico Bianchi del Monocromo. Segnalati anche Clara Bonomi, Valentino Soster e Marina Ghidini. La cerimonia sarà sabato all'Odeon prima che gli Amici degli Anziani e «Giovani in Musical & Feel the Air» aprano la rassegna con «Somebody to rock» basato sulle canzoni dei Queen. Il ricavato sarà devoluto al reparto Onco-Ematologia Pediatrica dell'ospedale Civile.

IL SECONDO appuntamento, l'unico in torre Avogadro, sarà l'11 novembre per «Scordati» di e con Davide Di Maria. Si prosegue il 17 con la cooperativa Gaia e Treatro per «Il tempo non è una poltrona» e la sera successiva i volontari delle Rondini con «Credersi forti». Il 24 Concerto di Santa Cecilia della banda cittadina di San Sebastiano, il 30 ecco l'alpinista e scrittore Hervé Barmasse invitato dal Cai, e il 2 dicembre ancora gli Amici degli Anziani con il Coro Voci in Canto per i ricordi musicali degli anni '60 e alla memoria di Attilio Camozzi.

Si prosegue il 22 col «Centro Danza» per «Un sacco di auguri» e si inaugura il nuovo anno con «Chi ghe bada a la badante» del Gaim il 10 febbraio. Una settimana dopo il gal «Cesare Zanetti» con «Ma solo per un anno», il 24 «Vecchi tempi» con i Labirinti Teatrali e il 3 marzo l'esito del laboratorio teatrale di Michele D'Aquila per «Il libro della giungla».

IN CARTELLONE anche «Nella tasca delle meraviglie» delle Rondini la settimana successiva, «Un'ora di tranquillità» il 17 marzo con «Erminévo», il «Concerto di Primavera» il 24 con la banda di Sant'Apollonio e in aprile si parte il 14 con «Casa di bambola» del Monocromo. Poi la musica «Ensound Prodige 4.0» di Quelli della Piazza il 21 e «Maledette malelingue» de Il PreTesto il 28. A maggio «Norwegian food. Ma che bel borsone» dei Fior.Di.Norvegesi il 5, «Quel che ancora resta» della PentaDramma la settimana dopo e il 19 l'Arma Aeronautica. A chiudere la rassegna, il 27 maggio o il 5 giugno, sarà il musical «Mamma mia» di All'Unisono, esito di un corso.F.Z.

Condividi la notizia