Musica Tre premi a Danesi e Gorini Trionfo al clarinetto-pianoforteMusica | Musica

Tre premi a Danesi e Gorini Trionfo al clarinetto-pianoforte

Paolo Gorini e Marco Danesi durante l’esibizione al «Salieri Zinetti»
Paolo Gorini e Marco Danesi durante l’esibizione al «Salieri Zinetti»
Luigi Fertonani 12.09.2018

Il Duo «Ebano» formato da due giovani strumentisti bresciani, il clarinettista Marco Danesi e il pianista Paolo Gorini, si è aggiudicato nei giorni scorsi un importante premio al concorso internazionale di musica da camera «Salieri – Zinetti» a Verona: la giuria, presieduta da Elmira Darvarova, gli ha assegnato ex aequo con il Duo «Marimbazzi» (marimba e vibrafono), il primo «Premio Fondazione Cattolica Assicurazioni all’Eccellenza» oltre a due premi speciali: il «New York Recital Debut» e il «Cicerone Music & Art». Il clarinettista Marco Danesi, che si è diplomato al Conservatorio «Verdi» di Milano con Sergio Delmastro, ha già suonato a Brescia come solista: con la Brixia Symphony Orchestra ha interpretato la parte solista del celebre Concerto in la maggiore K 622 di Mozart, e inoltre s’interessa anche al repertorio contemporaneo: con il Dèdalo Ensemble ha eseguito un concerto al Quirinale. Il pianista e compositore Paolo Gorini, diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al Conservatorio di Brescia «Luca Marenzio» sotto la guida di Mario Boselli, ha frequentato il master di musica contemporanea tenuto dall’ensemble «Sentieri Selvaggi» all’Accademia del Suono di Milano e si è esibito con quel complesso nel concerto «Ritratto di Ludovico Einaudi» al Teatro Elfo Puccini di Milano; studia composizione con Mauro Montalbetti e ha scritto le musiche di scena per lo spettacolo «Ritratti ai bordi della Neva» di Massimo Alberti, rappresentato al Teatro Sociale di Brescia. Il Duo «Ebano» si è formato al Conservatorio di Milano mentre i musicisti studiavano con Mauro Bonifacio, affrontando all’inizio il repertorio classico e romantico e in seguito quello contemporaneo. •