«Il flauto magico»
dell’ultimo Mozart
ha conquistato tutti

«Il flauto magico» al Grande questa sera e domani pomeriggio
«Il flauto magico» al Grande questa sera e domani pomeriggio
Luigi Fertonani10.11.2017

Torna al Teatro Grande «Il flauto magico» di Mozart, questa sera alle 20.30 per il turno A di abbonamento e domenica alle 15.30 per il turno B: tutto esaurito per il capolavoro amatissimo dell’ultimo Amadeus che naturalmente verrà cantato nell’originale in tedesco – con i sempre utilissimi, in questo caso indispensabili sopratitoli proiettati in italiano – in un’edizione che ha già avuto un ottimo successo. Stiamo parlando della scelta di OperaLombardia per l’allestimento andato in scena nel 2010 all’Opéra Royal de Wallonie con la regìa del duo Cécile Roussat e Julien Lubek, qui ripresa da Giorgia Guerra, due artisti francesi che si sono formati alla scuola di dramma mimico del leggendario Marcel Marceau.

È NATURALE che l’esperienza maturata dai due registi nel campo dell’arte acrobatica e nel teatro delle marionette emerga con evidenza nello spettacolo, che tende quindi a ricreare le atmosfere che caratterizzavano il Singspiel buffo all’epoca di Mozart. Roussat e Lubek hanno curato, con Elodie Monet, anche le scene e la coreografia, i costumi sono di Sylvie Skinazi e le luci di Clement Bonin e Julien Lubek.

Dirige l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali il maestro Federico Maria Sardelli, uno specialista del repertorio antico e del teatro musicale del Settecento; il coro e il coro di voci bianche sono guidati da Diego Maccagnola e da Marco De Gaspari, mentre per interpretare i tre piccoli geni che intervengono più volte nella serata a consigliare e sorreggere i vari personaggi sono stati chiamati i solisti del coro di voci bianche dell’Accademia Teatro alla Scala.

Il cast delle voci soliste è stato in parte selezionato attraverso i vincitori del 68° Concorso per Giovani Cantanti Lirici d’Europa: nei personaggi principali di Tamino e Pamina cantano Klodjan Kaçani e Enkeleda Kamani, per il leggendario e virtuosistico ruolo della Regina della Notte è stata chiamata Maria Sardaryan mentre Daniele Terenzi impersonerà il piumato Papageno e Abramo Rosalen il saggio Sarastro. Papagena avrà la voce di Raffaella Palumbo e il perfido moro Monostatos quella di Marcello Nardis; le tre Dame delle Regina della Notte saranno Maria Sole Mainini, Francesca Pierpaoli e Alessandra Andreetti. Completano il cast Eugenio Di Lieto e Marco Miglietta.

Quello del Flauto Magico, spiegano i registi, «è un messaggio universale dalla doppia lettura: la favola di un principe che salva l’amata e, allo stesso tempo, un percorso verso la saggezza. L’idea di partenza è che Tamino viva l’avventura del flauto magico come un sogno in cui realizza quale dovrà essere il suo percorso di crescita».

Condividi la notizia