Esplode l’ogiva di
mortaio: ferito
collezionista di cimeli

Villanuova: esplode un proiettile
Villanuova: esplode un proiettile
29.04.2016

Stava trapanando un’ogiva di cannone quando ha perso la presa e il residuato gli è esploso su una gamba. Solo un miracolo ieri sera ha evitato la tragedia in via Galileo Galilei a Villanuova sul Clisi, in Valsabbia. Un uomo infatti è stato soccorso dal pronto intervento del 112 poco dopo le 22 di ieri sera perchè ferito da una esplosione improvvisa. Secondo quanto raccolto inizialmente dai Vigili del Fuoco di Salò, intervenuti con i medici del 118 e i carabinieri della locale stazione, l’uomo stava armeggiando con l’ogiva quando il bossolo è esploso. I Vigili del Fuoco sono stati chiamati a mettere in sicurezza la palazzina, evacuata per precauzione. Nella stanza dell’esplosione, infatti, ci sarebbero stati almeno altre cinque ogive oltre ad altri oggetti che avrebbero potuto creare problemi. Per questa ragione sul posto sono stati fatti intervenire pure gli artificieri mentre il ferito, per fortuna non in pericolo di vita, è stato trasportato in ospedale per le cure del caso. Solo lui, una volta ripresosi, potrà ricostruire con esattezza quanto accaduto in casa e il perchè dell’esplosione dell’ogiva. Il racconto fatto da chi ha allertato il 112 parlava di come l’uomo, intento a trapanare l’anima di metallo del bossolo, avesse perso il controllo dell’oggetto causando il botto. Particolari che però dovranno essere accertati dai carabinieri a cui spetta anchge l’onere di capire la provenienza dei residuati bellici trovati in casa dell’uomo e privi, dai primi accertamenti, di qualsiasi autorizzazione. 

Condividi la notizia