Retribuzioni,
Brescia scivola
in classifica

07.12.2017

Un quadro sempre più nel segno delle ombre: è quello delineato per la provincia di Brescia dall’Osservatorio JobPricing, con riferimento alla prima metà di quest’anno, sul fronte della retribuzione lorda annua (Ral) media ottenuta considerando la composizione di dirigenti, quadri, impiegati e operai. L’ANALISI fa emergere a livello bresciano un dato assoluto di 28.966 euro, in ritardo dell’8,7% guardando alla media della Lombardia (al top nella classifica delle regioni con 31.711 euro), oltre che nel raffronto con il dato nazionale (pari a 29.238 euro). Inoltre, dopo le due posizioni perse nel 2016 rispetto al 2015, scende di altri tre gradini nella graduatoria del Paese (in 32esima posizione; in precedenza era in 29esima), restando ancora ben distante dalla top-20 italiana che vede Milano sempre leader. A livello generale i lavoratori occupati in aziende private del Nord guadagnano il 6,9% in più in rapporto a quelli del Centro Italia e il 17,4% in più rispetto guardando agli occupati nel Sud e nelle Isole. Nella prima metà dell’esercizio le regioni con il miglior trend sono Basilicata, Calabria (+3,2% e +3), Piemonte e Liguria (+1,6% e +1,4%); i maggiori cali in Trentino-Alto Adige (-1,5%), Abruzzo e Umbria (-0,9%). • .R.E. © RIPRODUZIONE RISERVATA

CORRELATI
Condividi la notizia