«Beretta» no-limits:
joint-venture
in Qatar

Franco Gussalli BerettaPietro Gussalli Beretta
Franco Gussalli BerettaPietro Gussalli Beretta (BATCH)
R.E. 13.03.2018

Una sfida sempre più senza confini. Beretta Holding - punto di riferimento dello storico gruppo armiero con quartier generale a Gardone Valtrompia - ha siglato un accordo con Barzan Holdings per l’avvio di un piano industriale comune in Qatar: è finalizzato a soddisfare l’esigenza delle forze governative del Paese arabo di dotarsi di armi da difesa leggere con tecnologie d’avanguardia. IL PROGETTO prevede che Beretta Holding - il presidente e amministratore delegato è Pietro Gussalli Beretta, affiancato al vertice dal fratello Franco Gussalli che, tra l’altro, è leader della Fabbrica d’Armi Pietro - detenga una quota minoritaria nella costituenda joint-venture: denominata «Bindig», beneficerà del trasferimento di tecnologia del colosso armiero bresciano. L’iniziativa contempla anche la realizzazione di un nuovo sito industriale a Doha per la produzione di armi portatili leggere (pistole e fucili). Nell’insediamento, in prospettiva, si potranno sviluppare altri sistemi d’arma. Barzan Holdings è una società appositamente costituita e controllata dal ministero della difesa del Qatar allo scopo di incrementare la capacità anche tecnologica del Paese in questo settore, attraverso investimenti e alleanze con importanti players internazionali. Questa operazione conferma ancora una volta la vocazione internazionale del gruppo Beretta, impegnato fino a domani - con altri big nazionali del settore - alla Doha Dimdex 2018 (Defence International Maritime Exhibition and Conference), importante appuntamento biennale inaugurato alla presenza dell’emiro del Qatar. IL COLOSSO valtrumplino, sempre più internazionalizzato (il 94% del fatturato è realizzato all’estero), conta circa 3.000 dipendenti ed è protagonista nella produzione e distribuzione di armi portatili leggere, utilizzate per le attività sportive e venatorie e per la difesa personale, di prodotti di abbigliamento e accessori e di prodotti e sistemi avanzati nel settore opto-elettronico. La Holding coordina le attività delle 30 società operative nei principali Paesi europei, negli Stati Uniti d’America (vale il 50% del business) e nei maggiori Stati degli altri continenti. I ricavi consolidati nel 2016 - ultimo dato disponibile - sono stati pari a 679,4 milioni di euro, l’ebitda si è attestato a 117 milioni mentre l’utile netto ha raggiunto i 59,6 milioni di euro. Tra i punti di forza della Beretta anche gli investimenti produttivi e in ricerca e sviluppo: assorbono circa il 9% del fatturato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA