Banca Valsabbina:
l’utile netto a
1,756 milioni

Renato Barbieri, direttore generale della Banca Valsabbina
Renato Barbieri, direttore generale della Banca Valsabbina (BATCH)
26.08.2016

Via libera dal Consiglio di amministrazione della Banca Valsabbina alla situazione patrimoniale ed economica al 30 giugno scorso.

La raccolta diretta, come spiega una nota, si attesta a 3.228 milioni di euro, con un calo del 3,8% su base annua, mentre l’Indiretta raggiunge quota 1.425 mln di euro in crescita del 6,3% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Gli impieghi a clientela risultano pari a 2.731 mln di euro, in riduzione del 3,2% sul dato di dodici mesi prima «principalmente a causa della ancora debole domanda di credito da parte delle famiglie e delle imprese», precisa l’istituto di credito presieduto da Ezio Soardi. Positivo l’andamento della componente a medio termine, con nuove erogazioni per un importo totale di circa 224 mln di euro.

L’utile netto del primo semestre 2016 si attesta a 1 milione 756.600 euro (6,007 milioni di euro al 30 giugno 2015): una frenata condizionata, in particolare, da minori ricavi dalla cessione di attività finanziarie legati ad un andamento meno favorevole dei mercati finanziari.

Il patrimonio netto ammonta a 392 mln di euro, i coefficienti patrimoniali (Common Equity Tier 1 al 14,5% e Tier Total al 15,7%), indicatori di solidità della Banca, «si confermano largamente superiori rispetto a quelli richiesti dalla Vigilanza», precisa la Valsabbina.

L’istituto di credito con sede legale a Vestone e quartier generale a Brescia (Renato Barbieri è il direttore generale) conta 62 filiali, di cui 49 nel Bresciano, 8 in provincia di Verona, 3 in quella di Trento, 1 nel Mantovano e una a Monza - Brianza: quest’ultima è aperta da marzo di quest’anno e si inserisce nel piano di sviluppo territoriale - approvato nel 2015, che prevede l’avvio di altri cinque sportelli nei territori di Verona e Monza-Brianza (in questa provincia, a breve, entrerà nel vivo anche la filiale di Seregno).

Al 30 giugno scorso la Banca Valsabbina conta 496 dipendenti, in aumento nel confronto con i 487 al 31 dicembre 2015. Il soci sono pari a 39.807 unità.

CORRELATI