Toninelli e il coraggio
delle «indecisioni»

La Leonessa
La Leonessa
10.09.2018

«Oggi dobbiamo analizzare i progetti delle grandi opere e capire se è più utile e conveniente per i cittadini e per lo Stato bloccarle, migliorarle o mandarle avanti». Così ha detto il ministro delle Infrastrutture Toninelli sabato sera alla festa dei 5 Stelle a Lonato. Dunque pare di capire che tutto è sospeso e tutto è possibile in attesa dei responsi di non meglio precisati oracoli visto che di queste opere (che per Brescia hanno i nomi di Tav, autostrada della Valtrompia, depuratore del Garda) si sono fatte analisi e contro analisi da tempi ormai remoti. Da un lato intanto si liscia il pelo all’elettorato 5 Stelle, già costretto a digerire la pillola amara del dietrofront sull’Ilva di Taranto, lasciando campo libero alle sparate di qualche senatore, dall’altro si demanda tutto alle valutazioni degli esperti lasciando trasparire che forse è troppo tardi per bloccare tutto. Insomma trionfa il coraggio delle «in-decisioni»