«Obiettivo vittoria: daremo tutto
per riuscire a portarla a casa»

Roberto Boscaglia in attesa del treno in stazione insieme al massaggiatore Italo Mini
Roberto Boscaglia in attesa del treno in stazione insieme al massaggiatore Italo Mini (BATCH)
19.09.2017

Certo che ha ripensato tanto alla partita dalla Pro Vercelli. Certo che riparte da lì, per non perdere il filo e anzi sciogliere i nodi fin da questa trasferta a Terni. Del resto non sono nemmeno troppi e Roberto Boscaglia lo sa.

«In certe situazioni potevamo fare meglio - ammette l’allenatore del Brescia - contro avversari che hanno cercato di non farci giocare, commettendo tanti falli».

Brescia che non subisce gol, ma fatica a farne.

Torniamo subito in campo, come i nostri rivali del resto. La squadra ha giocato l’altro giorno, però ha fatto un buon allenamento, hanno recuperato tutti. Avanti.

Qualche giocatore non è al meglio?

Qualcuno doveva recuperare, non siamo troppi, non abbiamo problemi di abbondanza, ma abbiamo la squadra quasi al completo.

Martinelli è rimasto a casa.

Si allena, in questi giorni, dopo aver giocato titolare sabato.

Idem Cortesi.

Una scelta: ho diversi attaccanti a disposizione. Ha avuto spazio in precedenza, sarà importante senz’altro anche in futuro.

Rivas è in forma. Giocherà dall’inizio?

Non so ancora. Ha avuto un buon impatto in queste due partite. Sa giocare a calcio, è interessante in prospettiva.

Cattaneo potenziale titolare?

Non voglio raccontare cavolate: nel 3-5-2 ci sono giocatori più adatti, più di ruolo di lui. Cattaneo può dare il suo contributo in corsa. È un trequartista, o un esterno, o una seconda punta. Abile nell’uno contro uno.

Andrea Caracciolo ha compiuto gli anni. Gli farete un regalo o ve l’aspettate da lui?

Auguriamo lunga vita a Caracciolo, un ragazzo splendido. E nuove soddisfazioni professionali... Da toglierci insieme.

Il gol manca. Se non ci pensa l’Airone...

Ma non dipende mica sempre dall’attacco. Con questo modulo davanti dobbiamo fare di più, anche con gli esterni per esempio. Dobbiamo lavorare tanto.

Ha in serbo il turnover?

Non lo chiamerei così. Qualcuno ha bisogno di rifiatare. Non ci saranno tanti cambiamenti. Ovvio che dovrò pensare anche a sabato.

Il lancio di Longhi, quando avverrà, comporterà il cambio di modulo? Da 3 a 4?

Ma chi l’ha detto che Longhi non può giocare in un assetto a 3? Ora non è al top, non ha i 90 minuti nelle gambe, ma è convocato. Come per ogni giocatore, conta l’atteggiamento, conta la volontà.

La Ternana, reduce dalla sconfitta con l’Entella, ha gli stessi punti del Brescia.

Una buona squadra, la Ternana, per intensità e dinamismo. Gioca un buon calcio. Dovremo stare molto, molto attenti. Sarà una gara complicata. Gioca e lascia giocare, la Ternana. Lascia anche un po’ di campo, e dunque sarà una partita aperta a tutti i risultati.

Il Brescia ha espugnato Parma, in casa non segna e non vince.

Ragioniamo partita per partita. Adesso pensiamo a questa sfida in trasferta con la Ternana, per niente facile. Il nostro obiettivo è, come sempre, arrivare alla vittoria. Daremo tutto per portarla a casa.

Condividi la notizia